ISIS in Iraq & Siria – Ibn Kathir: Se i Khawarij si rafforzassero ci sarebbero uccisioni di massa

Isis-Killers1-300x132

L’Imam, al-Hafidh Ibn Kathir (morto nel 774 D.H., rahimahullah) ha dichiarato in “Al-Bidayah wan-Nihayah” (10/ 584-585) riguardo a ciò che i Khawarij avrebbero fatto all’Ummah se mai si fossero rafforzati:

“Se mai si rafforzassero, corromperebbero sicuramente tutta la terra, l’Iraq e la Siria (Sham) – non lascerebbero indenne nemmeno un bambino, maschio o femmina, né un uomo o una donna, perché per quanto li riguarda le persone hanno causato la corruzione, una corruzione che non può essere risolta se non con uccisioni di massa. “

Oggi viviamo la realtà di questa vicenda per mano di ISIS e altre insurrezioni jihadiste in Iraq e Siria. Questi combattenti che in nome dell’Islam hanno istituito l’uccisione di massa dei musulmani sulla base del fatto che la rettifica non possa avvenire se non con l’uccisione di massa. L’omicidio perpetrato dai Khawarij è peggiore dell’omicidio commesso dai peccatori, perché i peccatori non sostengono di avere ‘licenza di uccidere’ dal Signore dei mondi, mentre i Khawarij sostengono che Allah, l’Eccelso e il Maestoso, li abbia comandati con questo massacro. Hanno inventato menzogne contro Allah e il Suo Messaggero. E’ per questo motivo che Abu Umamah (radiAllahu ‘anhu) ha detto che il Messaggero di Allah (salallahu ‘alayhi wa sallam) disse riguardo a loro:

“I cani dell’Inferno, i cani dell’Inferno! Gli assassini più cattivi che vengono uccisi sotto il cielo “. [1]

[1] Narrato da Ahmed nel suo ‘Musnad’, ibn Abi Shaybah nel suo ‘Musannaf’, at-Tirmidhi nel suo ‘Sunan’, l’ha dichiarato ‘hasan’. Tabrani e Hakim nel suo ‘Sahih’ sulle condizioni di Muslim, ath-Thahabi l’ha dichiarato Sahih.

Isis-killers2-300x190
Al-Ajuri (morto nel 360 D.H.) ha detto:

“Gli studiosi del passato e quelli attuali non hanno mai differito riguardo ai Khawarij. Li hanno considerati come gente malvagia che disobbediva ad Allah, l’Eccelso e il Maestoso, e al Suo Messaggero, nonostante pregassero, digiunassero e eseguissero atti di ‘ibadah, e tutto questo non era di alcun beneficio per loro, anche se in apparenza sembrava che invitassero al bene e proibissero il male, e ciò non ha portato loro alcun beneficio perché erano persone che interpretano il Corano secondo i loro desideri “. [1]

[1] Kitabush-Shariʿah di al-Ajuri; Capitolo: “Rebuking the Khawārij, and their evil Madhhab, the permissibility of killing them, and the reward for killing them and the one killed by them.” vol.1/325.

Ibn al-Jawzi (morto nel 597 D.H.) ha detto:

“Ci sono molte lunghe storie su di loro e le loro strane metodologie. Non mi dilungherò nel raccontarle. Piuttosto, l’intento è quello di studiare l’inganno di Iblis, e di come abbia ingannato questi stolti, che hanno reagito in fretta a tutto ciò che hanno incontrato. Essi credevano che ‘Ali bin Abi Talib avesse torto, e che anche coloro che erano con lui dei Muhajirin e gli Ansar avessero torto, e di essere essi stessi i sostenitori della verità.

Hanno reso Halal lo spargimento di sangue dei bambini, eppure non hanno permesso il consumo di nessun frutto da albero senza il pagamento [per i frutti]. Eseguivano atti di adorazione fino ad essere spossati, e spesso rimanevano svegli; eppure hanno alzato le loro spade contro i musulmani.

E nemmeno Iblis non avrebbe potuto immaginare l’estensione di questo male. Cerchiamo rifugio in Allah dall’abbandono “. [1]

[1] Talbis Iblis da Ibn Jawzi; Capitolo: The Devil’s deception of the Khawārij, pag 91

‘Abdul Malik bin Abi Hurrah al-Hanafi  ha detto:

“Un giorno ‘Ali uscì per fare la Khutbah, e mentre parlava, i Khawarij si riunirono ad un lato del Masjid, così ‘Ali disse,” Allahu Akbar! Un’affermazione a dichiarazione di verità, ma intendono la falsità con essa. ”

Yazid bin ‘Asim al-Muharabi (che era dei Khawarij) disse con entusiasmo: ‘Lode ad Allah, il nostro Signore non ci abbandonerà e noi abbiamo bisogno di Lui. O ‘Ali, stai cercando di spaventarci con la morte ?!

Per quanto mi riguarda, giuro su Allah, spero di colpirti con questa spada, molto presto, con il lato tagliente della lama, allora saprai sicuramente chi tra di noi è il primo destinato al fuoco ‘.

Poi andò via con gli altri Khawarij, lui e i suoi tre fratelli ed egli era il quarto. Furono uccisi con i Khawarij nella battaglia di an-Nahr e uno di loro fu ucciso in seguito, nella battaglia di Nakhila “. [1]

[1] Narrato da al-Tabari nel suo libro Tarikh (vol. 3 pagina 1)

Fonte: http://www.abukhadeejah.com

Traduzione a cura di alghurabaa.net

Annunci

3 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...