Offrire la Salah (Preghiera) con le scarpe addosso

pic4

Fatwa n. 758

D. : Ci sono opinioni divergenti circa il fatto di entrare nei Masajid (moschee) calzando le scarpe e pregando con queste ai piedi. Qual’è la regolamentazione islamica a proposito? 

R. : Il Profeta (pace e benedizioni su di lui) era solito non soltanto entrare nel Masjid con le scarpe, ma anche offrire la Salah calzandole. Abu Dawud ha narrato nel suo Sunan (una compilazione di hadith classificati in base ai temi giuridici), sull’autorità di Abu Sa’id Al-Khudri, che disse: “Mentre il Profeta (pace e benedizioni su di lui) stava conducendo i suoi Compagni per la preghiera, si tolse le scarpe e le pose alla sua sinistra. Allorchè le persone lo videro, si tolsero tutte le scarpe. Quando il Profeta (pace e benedizioni su di lui) terminò la preghiera, chiese loro:’ Cosa vi ha spinto a togliervi le scarpe?’ ed essi risposero: ‘Abbiamo visto che ti toglievi le tue, e così anche noi ce le siamo tolte’. Il Profeta (pace e benedizioni su di lui) disse: ‘Jibril (Gabriele) è venuto e mi ha detto che c’era dello sporco su di esse. Quando ciascuno di voi viene al Masjid, che osservi, e se vede dello sporco sulle sue scarpe, che lo rimuova e preghi con esse”. In un’altra narrazione è detto: “Vi è dello sporco in esse”. Abu Dawud inoltre narrò sull’autorità di Ya’la Ibn Shaddad Ibn Aws da suo padre che disse: “Il Messaggero di Allah (pace e benedizioni su di lui) disse: ‘Differenziatevi dagli ebrei, che non pregano con le loro scarpe o le loro ciabatte di pelle’ “. Abu Dawud narrò inoltre sull’autorità di ‘Amr Ibn Shu’ayb da suo padre [e costui] da suo nonno che disse:”Ho visto il Messaggero di Allah (pace e benedizioni su di lui) pregare sia scalzo che con le scarpe addosso”. Narrato da Ibn Majah. Tuttava se il Masjid è attrezzato con dei bei tappeti, allora questi dovrebbero essere mantenuti puliti dalle scarpe, e nessuno dovrebbe entrare indossandole in modo tale da sporcare. Se i tappeti si insozzassero con dello sporco, ciò sarebbe di poco riguardo verso chi vi prega e vi si prosterna.

Possa Allah garantirci il successo! Che la pace e le benedizioni siano sul nostro Profeta Muhammad, la sua famiglia ed i suoi Compagni!

Comitato Permanente [dei sapienti] dell’Ifta
Traduzione a cura di www.alghurabaa.net

Fonte: Alifta.net via Abdurrahman.org

Foto: www.lahijra.wordpress.com

Annunci