Ramadan: il primo punto di riflessione

Shaikh Sulayman ar-Ruhayli حفظه الله:

Il primo punto di riflessione è un punto di contemplazione e questo punto, o servi di Allah, è che l’anno scorso abbiamo accolto il Ramadan e poi lo abbiamo salutato. Poi abbiamo aspettato il Ramadan successivo e lo abbiamo visto lontano ma eccolo qui su di noi e uno di noi dice a se stesso o a suo fratello:

“I giorni sono passati velocemente. Wallah (per Allah), è come se fosse ieri che abbiamo salutato l’ultimo Ramadan ed ecco che oggi iniziamo il Ramadan attuale”

E wallah, questa è la realtà, i giorni passano velocemente e i nostri tempi stabiliti sono diminuiti.

Uno di noi dice, o servi di Allah, se l’anno passa, “la mia età è aumentata di un anno” ma in realtà la sua età è diminuita di un anno dato che l’età di una persona è limitata e il tempo stabilito di una persona è limitato. E in verità, la realtà è che si è a passi [vicini alla morte] ed Allah ha conoscenza migliore di quando quei passi termineranno.

In verità, o servi di Allah, sono solo giorni che trascorriamo e che ci passano, dato che ci spostano velocemente verso il nostro tempo stabilito. In verità, questa realtà, o servi di Allah, ci ricorda la dichiarazione del nostro Signore, l’Altissimo:

“Proponi loro la metafora di questa vita: è simile ad un’acqua che facciamo scendere dal cielo; la vegetazione della terra si mescola ad essa, ma poi diventa secca, stoppia che i venti disperdono. Allah ha potenza su tutte le cose.” [Surah al-Kahf: 45]

In verità, questa vita, o servi di Allah, ci passa vicino velocemente, ci passa vicino velocemente e la nostra condizione non è che tre: gioventù, poi vecchiaia e poi morte.

(Come la linea del poema che dice): L’ultima cosa con la quale si chiama un individuo è “vecchio” e ciò che segue tra i nomi che gli si danno è “il morto”.

Quindi, sono buone notizie, o servi di Allah, per colui che riflette su ciò che è passato ed ha ravvivato il presente e ciò che verrà, con buone azioni. Quindi riflettete, o voi che avete intelletto.

Fonte
Traduzione a cura di alghurabaa.net

Annunci