La cura per la tristezza e la depressione

Shaikh ul-Islam Ibn Taymiyyah رحمه الله ha detto:

Il cuore ha bisogno del ricordo (dhikr) di Allah سبحانه وتعالى, così come il pesce ha bisogno dell’acqua. E qual è lo stato del pesce se è lasciato senza acqua? E’ turbato. E così è per il cuore, se il ricordo di Allah lo abbandona. La conseguenza sarabbe la preoccupazione, la tristezza, la depressione e l’agonia [del cuore] è in base a quanto dista dal ricordo di Allah, abbandonandolo, incurante e disinteressato [del ricordo di Allah]. Quindi, il ricordo di Allah è la vera vita del cuore, il cuore è vivo solo con esso. Ed Allah سبحانه وتعالى dice nel Corano:

“O voi che credete, rispondete ad Allah e al Suo Messaggero quando vi chiama a ciò che vi fa rivivere… ” [8: 24]

E جل وعلا dice:

“Non è forse giunto, per i credenti, il momento in cui rendere umili i loro cuori nel ricordo di Allah e nella verità che è stata rivelata, e di differenziarsi da quelli che ricevettero la Scrittura in precedenza e che furono tollerati a lungo [da Allah]? I loro cuori si indurirono e molti di loro divennero perversi.” [57: 16]

“Sappiate che Allah ravviva la terra morta! Invero vi abbiamo esplicitato i segni affinché riflettiate.” [57: 17]

Fate attenzione a questo incredibile esempio, cioè che Allah ravviva la terra morta. Così come quando Allah manda la pioggia sulla terra morta, essa si muove, si sviluppa e [da essa] crescono tutti i tipi vegetazione e colture. Il cuore è così quando arriva il ricordo di Allah سبحانه, e la sua preoccupazione con esso (il ricordo di Allah) è come il bisogno che hanno la terra e la coltura per la pioggia. Quindi, se non c’è pioggia per la terra e le colture, esse muoiono. Così come il cuore che muore senza il ricordo di Allah. Per questo Allah جل وعلا ha dato al Corano il nome di “ruhan”, perché la vera vita è con esso, non c’è vita senza il ricordo di Allah سبحانه وتعالى. Allah عز وجل ha detto:

“Ed è così che ti abbiamo rivelato [O Muhammad] uno spirito (ruh) [che procede] dal Nostro ordine. Tu non conoscevi né la Scrittura, né la fede. Ne abbiamo fatto una luce per mezzo della quale guidiamo chi vogliamo, tra i Nostri servi. In verità tu guiderai sulla retta via, la via di Allah, Colui Cui appartiene tutto quel che è nei cieli e sulla terra. Sì, ritornano ad Allah tutte le cose.” [26: 52-53]

E جل وعلا ha detto:

“Giunge l’ordine di Allah: non [cercate] di affrettarlo. Gloria a Lui! Egli è ben più alto di ciò che Gli associano. Per ordine Suo scendono gli angeli con la Rivelazione (ruh)… ” [16: 1-2]

E جل وعلا ha detto:

“è sceso con esso lo Spirito fedele (Jibril)” [26: 193]

In questo versetto, Allah ha dato a Jibril il nome di “ruhan”, perché egli scende con la rivelazione, per mezzo della quale il cuore vive.

Shaikh ‘Abdur-Razzaq al-Badr حفظه الله
Fonte
Traduzione a cura di alghurabaa.net