Potrebbe essere il tuo ultimo Ramadan!

Sono solo pochi giorni ed apparirà la luna crescente del mese di Ramadan. Forse, per la maggior parte di noi, questo non è il primo Ramadan della nostra vita. Forse alcuni di noi hanno digiunato dieci Ramadan oppure meno oppure di più. Ma potrebbe essere l’ultimo Ramadan della nostra vita!. Perché aver raggiunto il mese di Ramadan quest’anno, non significa che lo raggiungeremo l’anno prossimo. Ed in esso Allah سبحانه وتعالى, ci apre delle grandi porte del perdono. Ed egli صلى اللّٰه عليه وسلم disse:

“Chi digiuna il Ramadan con iman e ricercando la ricompensa di Allah, i suoi peccati passati gli saranno perdonati”. Ed egli صلى اللّٰه عليه وسلم disse:

“Chi esegue la preghiera durante il Ramadan con iman e ricercando la ricompensa di Allah, i suoi peccati passati gli saranno perdonati”. Ed egli صلى اللّٰه عليه وسلم disse:

“Chi rimane alzato [in preghiera] durante Laylat Al-Qadr con iman e ricercando la ricompensa di Allah, i suoi peccati passati gli saranno perdonati.”.

Quanti sono gli errori e i peccati con i quali ci siamo sporcati nei giorni e nelle notti passate? E questo [Ramadan] è acqua fredda [con cui lavarsi] e una bevanda e una porta di tutto il khair che è aperta. Ed un mercato popolare delle misericordie. Quindi fate uso della vostra vita stabilendo le ferme intenzioni di dare il benvenuto al Ramadan con le buone azioni. Perché dare il benvenuto al Ramadan accumulando il cibo e aumentando la spazzatura e aspettando le serie televisive è una perdita enorme! Ed essa è la vita dell’animale che ci accompagna in essa e non arriveremo ad una umanità dignitosa e ad una umanità elevata e ad una sincera muhammadiyah e ad un Islam completo se non rendendoci conto che Allah عز وجل ha reso il mese di Ramadan [un mese] per farci pentire ad Allah e ritornare ad Allah e ripulirci dei nostri peccati e aumentare le nostre buone azioni. E Gli chiediamo, سبحانه, di prolungare la nostra vita, così da farci raggiungere il mese di Ramadan.

Shaikh Salih Al-‘Usaymi حفظه اللّٰه
Fonte: https://youtu.be/dDpeM_8jOaA
Traduzione a cura di alghurabaa.net