Allah عز وجل dice: “Il digiuno è per Me”

L’Ikhlas (sincerità solo per Allah) e la taqwa (timore/consapevolezza di Allah) appaiono nella ‘ibadah del digiuno più che in qualsiasi altro atto di ‘ibadah. Perché? Perché il digiuno è inclusivo. La persona che digiuna potrebbe essere isolata oppure fuori in pubblico.

Potrebbe essere di fronte alle persone e potrebbe essere da solo. Il lavoratore lavora, si sforza e si stanca e si trattiene dal cibo e dalle bevande di fronte alle persone. E quando va nella sua stanza da solo, nessuno lo vede, ed è estremamente esausto, mentre l’acqua fredda è di fronte a lui nel frigorifero. Non allungherà la mano per berla e nemmeno per mangiare. Perché egli sta digiunando per Allah.

E per questo i Sapienti dicono che l’ikhlas e la taqwa sono più apparenti nella ‘ibadah del digiuno più che in qualsiasi altro atto di ‘ibadah.E “Il digiuno è per Me”. Alcuni tra gli Ahl-al-‘Ilm dicono che questo significa che il servo digiuna per Me. E nel digiuno c’è ikhlas perché una persona potrebbere essere da sola e nonostante ciò non rompe il digiuno. Cos’è che gli impedisce di farlo? La sua paura di Allah, l’ikhlas per Allah. E alcuni tra gli Ahlul-‘Ilm dicono che “per Me” significa che la ricompensa è con Me. Quindi ogni ricompensa è nota ad eccezione della ricompensa per il digiuno. Nessuno ne è a conoscenza eccetto Allah سبحانه وتعالى. Quindi è una ricompensa che è nascosta alla creazione, nemmeno gli angeli sanno quale sia la ricompensa di colui che digiuna, E per questo Allah ha detto: “E lo ricompenserò per esso”.

Tutta la ricompensa per ogni buona azione è moltiplicata per dieci…”. Questo è un dono di Allah per la Ummah di Muhammad صلى اللّٰه عليه وسلم. Che una buona azione sia moltiplicata per dieci. “Fino a settecento.”. Una buona azione può essere moltiplicata per settecento volte.”Eccetto per il digiuno”, esso è superiore a quello. “E’ per Me e lo ricompenserò per esso.”. E le sue virtù sono enormi, nascoste e sconosciute alla creazione.

Shaikh Sulayman Ar-Ruhayli حفظه اللّٰه
Fonte: https://youtu.be/9Jg14PdmCdQ
Traduzione a cura di alghurabaa.net