Sentenza sull’invio della Zakah da un Paese all’altro – Imam Ibn Baz

handsimage1

(Codice N. 14; Pag. N. 243)
[Questa domanda fu posta a Sua Eminenza ibn Baz che rispose nell’anno 1410/03/09 D.H.]
A Sua Eminenza, Shaykh ‘Abdul-‘Aziz ibn `Abdullah ibn Baz, Presidente del Dipartimento per le Ricerche Islamiche, Ifta’, Daw’ah, e di Guida, che Allah lo protegga. 

D: As-salamu ‘alaykum warahmatullah wabarakatuh (che la pace di Allah, la misericordia e le benedizioni siano su di voi!)
Vi prego di consigliarmi con una Fatwa (parere legale rilasciato da uno studioso musulmano qualificato) in merito al fatto se sia lecito pagare la Zakah (elemosina obbligatoria) al di fuori del Regno dell’Arabia Saudita, alle note categorie di destinatari di Zakah, nello stesso modo in cui viene fatto all’interno del Regno. Apprezziamo il vostro aiuto e che Allah vi protegga.

R: Wa’alaykum as-salam wabarakatuh warahmatullah (E che la pace, la benedizione di Allah siano su di voi!)

È consentito per coloro su cui ricade l’obbligo della Zakah, di inviare la Zakah in un Paese diverso da quello in cui vivono, se questo è per un beneficio Shar’y (islamicamente lecito), secondo il più corretto dei due pareri detenuti dagli studiosi, come:
– invio ai Mujahidun (coloro che si sacrificano/combattenti per la causa di Allah),
– ai poveri, che sono in una maggiore necessità di quelli nel loro paese, o
– per i loro parenti, poiché questo unisce il mantenimento dei legami di parentela e la Zakah.
Che Allah guidi tutti a ciò che Gli piace.

Fonte: Alifta.net

Traduzione a cura di www.alghurabaa.net

Annunci