UI

I segni di un cuore malato

I segni del cuore (quello spirituale) che è in buono stato, appariranno al momento della preghiera. La preghiera è una prova giornaliera: come affronta una persona questa salah (preghiera), questa preghiera è un piacere per i suoi occhi, una consolazione per il suo cuore o una cosa veramente difficile?

(altro…)

Annunci

La preghiera del munafiq (ipocrita)

Il hadith, che si trova in Sahih Muslim, in cui il Messaggero di Allah, صلى الله عليه وسلم, ha detto: “Questa è la preghiera del munafiq”, “Questa è la preghiera del munafiq”, “Questa è la preghiera del munafiq”, per tre volte, l’ha ripetuto con l’intenzione di avvertire, dissuadere dal pregare la salah del munafiq. E quando una persona sente questa dichiarazione ripetuta per tre volte, il cervello automaticamente si domanda, “Qual è la preghiera del munafiq?” E il cuore di una persona sincera se lo chiederà al fine di starne lontano. Egli صلى الله عليه وسلم, ha detto: “Questo è il modo in cui l’ipocrita compie la salah”; la rimanda, la ritarda fino a quando il sole (è quasi tramontato), fino a quando il sole è tra le corna dello Shaytan, quindi si alza e compie quattro raka’ di preghiera scomposte, a casaccio, ricordandosi a mala pena di Allahسبحانه وتعالي. Quindi, il Profeta صلى الله عليه وسلم, ha descritto questa preghiera con tre attributi:

(altro…)

Il Corano: il modo migliore per accrescere l’iman

Il Libro di Allah è la fonte più grande attraverso la quale il servo [di Allah] incrementa il suo iman (fede), forza e resistenza.

“E questo [Corano] è un Libro che abbiamo rivelato [che è] benedetto, seguitelo allora e temete Allah affinché possiate ricevere misericordia”. [Surah Al-An’am: 155]

“Certamente, gli abbiamo fatto giungere un Libro (il Corano) che abbiamo spiegato in dettaglio- con conoscenza – una guida e una misericordia per coloro che credono.” [Surah Al-Araf: 52]

(altro…)

L’impurità rituale (najas) durante la preghiera

Shaikh Ibn Baz رحمه الله:

“Se sai che c’è dell’impurità rituale (najas), dovresti rimuoverla prima della salah (preghiera), che sia sugli abiti o sul corpo. Se te ne accorgi solo dopo aver compiuto la salah, non devi ripeterla (la salah), secondo l’opinione più autentica degli Studiosi”.

Fatawa Ibn Baz 10/400 – Alifta.net
Traduzione a cura di alghurabaa.net

Rompere il digiuno con un numero dispari di datteri

La domanda:

Mi è pervenuto che il digiunante, quando rompe il suo digiuno, deve farlo con un numero dispari di datteri, per esempio 5 o 7 datteri, in questo modo; questo è obbligatorio? (altro…)