Shaikh Al-Fawzan sui khawarij e il suo consiglio ai giovani musulmani

brokengl

D: ci sono dei gruppi lì fuori che dichiarano l’Islam ma l’Islam è libero da essi. Dichiarano di innalzare la bandiera del jihad e di difenderlo; eppure cospargono il sangue, portano il caos dove c’era sicurezza e dividono i ranghi e l’unità dei musulmani. Cosa dite riguardo a questo?

Shaikh Salih Al-Fawzan (hafidhahullah):

Alhamdulillah (tutte le lodi appartengono ad Allah), il jihad è il simbolo dell’Islam, ed hijrah e jihad sono tra le azioni migliori in Islam; ad ogni modo, il jihad fa ritorno all’autorità del paese musulmano; esso (il paese musulmano) lo ordina (il jihad); esso lo esegue; e lo onora da sé, o pone qualcuno in carica [del jihad]. E questo è citato nei libri di ‘aqidah di Ahlus-Sunnah wa-l-Jama’ah; dicono che il jihad rimane sia con un imam cattivo che con uno giusto; rimarrà fino a quando l’Ora sarà stabilita, quindi questo è il jihad legiferato. (altro…)

Non fate allontanare le persone dall’Islam per la vostra durezza e ignoranza

p1

Dalle fatawa di Shaikh Ibn Baz (rahimahullah) – www.alifta.net

Terzo: tra i requisiti necessari per un da’i (colui che invita all’Islam) è che egli dovrebbe avere pazienza, gentilezza e dolcezza con un’attitudine tollerante come erano i Profeti (pace su di loro).
Un da’i non deve essere frettoloso, violento, o eccessivamente rigido. Piuttosto, deve essere paziente, tollerante e gentile, mentre pratica la da’wah. A tal fine, abbiamo citato alcune prove in precedenza. Ad esempio, Allah (Gloria a Lui l’Altissimo) dice:

“Chiama (il genere umano, o Muhammad صلى الله عليه و سلم) al sentiero del tuo Signore con la saggezza e la buona parola e discuti con loro nella maniera migliore” [Sura Al-Nahl, 16: 125]. (altro…)

Il compimento della preghiera di ‘Eid in una scuola

masj

La domanda:

È permesso (nella sharia) compiere la preghiera di ‘Eid in una scuola vicino alla moschea, dove pregano gli uomini, e in un’altra scuola dove pregano le donne; queste due scuole sono separate da una strada pubblica? La moschea rimarrà quindi vuota, in base alla convinzione che sia meglio, poiché il Profeta صلى الله عليه وسلم offriva la preghiera di ‘Eid nella Mussalla (un posto all’aperto per la preghiera)? In questo caso, la preghiera è valida, sapendo che le file sono separate da una strada pubblica?

La risposta:

Ogni lode spetta ad Allah, il Signore dei mondi. Che la pace e le benedizioni siano su colui che Allah ha inviato come misericordia per i mondi, sulla sua Famiglia, i suoi Compagni e i suoi Fratelli fino al Giorno della Resurrezione.

Come principio, è consentito a una persona seguire il proprio imam [in preghiera], anche se vi è una separazione (ostacolo) tra di loro, a condizione che la persona sia in grado di poter seguire i movimenti dell’ imam, vedendolo o ascoltandolo. Questo principio è supportato da quanto compiuto da Abu Hurayra رضي الله عنه che pregava sul [tetto della] moschea e seguiva il suo imam. E’ comprovato anche dall’atto di Anas ibn Malik رضي الله عنه che offriva la preghiera del Venerdi nella casa di Abu Nâfi`, a destra della moschea, seguendo il suo imam, consapevole che i compagni non avevano detto nulla riguardo la sua azione (1). Tuttavia, si dovrebbe ricorrere a tale atto solo quando si è nel bisogno o si ha una scusa, al fine di conciliare tra quest’azione e l’ordine del Profeta di stabilire le file [in preghiera] direttamente una dopo l’altra e di riempire gli spazi vuoti, che è riportato in molti ahadith autentici menzionati in questo contesto. (altro…)

Le regole della macellazione

p1

Shaikh Muhammad bin Salih Al-‘Uthaymin
Fonte: Talkhis Ahkam-ul-Udhiyah wadh-Dhakat

Ci sono delle regole che bisogna rispettare quando si macella un animale da sacrificare. Ad ogni modo, queste regole non condizionano la validità di un sacrificio. Quindi il sacrificio è ancora valido anche in assenza di esse. Tra queste regole:

1. Egli dovrebbe posizionarsi con l’animale in direzione della Qiblah al momento della macellazione.

2. Deve macellare l’animale con buone maniere, vale a dire velocemente e passando con decisione una lama ben affilata nella zona del collo.

Alcuni studiosi sono dell’opinione che questa regola sia obbligatoria in base al detto del Profeta: “In verità Allah ha prescritto competenza in tutto. Quindi quando uccidete, uccidete con competenza. E quando sacrificate, sacrificate con competenza. Ognuno di voi dovrebbe affilare la sua lama in modo da diminuire il dolore inflitto all’animale che si sta offrendo in sacrificio.” [Riportato da Muslim] (altro…)

Sulla permissibilità per la sposa di andare all’hammam, dal parrucchiere e abbellirsi con l’hennè

dz-w

Fatwa 782

La domanda:

Qual è la sentenza sul fatto che la sposa va all’hammam, dal parrucchiere e si abbellisce con l’hennè?

La risposta:

Ogni lode spetta ad Allah, il Signore dei mondi. Che la pace e le benedizioni siano su colui che Allah ha mandato come misericordia per i mondi, sulla sua Famiglia, i suoi Compagni e i suoi Fratelli fino al Giorno della Resurrezione

Per quanto riguarda l’hammam, non è permesso alla donna entrarci, come stabilito dal detto del Profeta صلَّى الله عليه وسلَّم , “Colui che crede in Allah e nell’Ultimo Giorno non deve mandare sua moglie all’hammam” (1) e il suo detto, “L’hammam è proibito alle donne della mia nazione” (2) e il suo detto, “Per Colui nella cui mano è la mia anima, ogni donna che toglie i suoi vestiti in qualsiasi luogo che non sia la casa di una delle sue madri, ha rimosso tutti i veli tra lei e Ar-Rahman (Il Misericordioso)” (3)  (altro…)