Shaikh Salih al-‘Usaymi

[14] Imparate il fiqh del hadith

Il quattordicesimo principio riguarda il fiqh del hadith.

Sufiyan Ibn ‘Uyainah disse: “O gente del hadith, imparate il fiqh del hadith”. Raccolto da Khatib Al-Baghdadi in Al-Faqihi wa Al-Mutafaqeh. E ciò che si intende con il fiqh del hadith è la comprensione corretta del hadith. (altro…)

[13] Imparate l’intenzione

ll tredicesimo principio riguarda l’intenzione (niyyah).

Yahiya Ibn Abi Kathir رحمه اللّٰه disse: “Imparate l’intenzione.” E questo ordine di imparare l’intenzione, citato da Yahiya Ibn Abi Kathir, è un ordine di prestare attenzione alle questioni del cuore, perché l’intenzione si verifica nel cuore. E se il servo presta attenzione al suo cuore, purificandolo, il cuore diventa pulito e puro. E se il cuore è rettificato, allora le azioni esterne saranno [anch’esse] rettificate. E tra le manifestazioni di questa rettificazione è che l’intelletto è preservato da ciò che lo corrompe, e gli dà forza. Non è possibile che qualcosa entri nella mente e la corrompa se si è raggiunta una purificazione interiore. (altro…)

[12] Imparate le narrazioni

Il dodicesimo principio riguarda le narrazioni.

Il significato che si intende qui è ciò che è stato narrato dai Compagni e dai Tabi’in e i Taba’at-Tabi’in. Alcune volte, il termine “narrazione” comprende tutte le forme di narrazione, che includono le narrazioni del Profeta صلى اللّٰه عليه وسلم e a volte è usato per questo significato specifico. E questa è la via per comprendere la religione da ciò che è stato narrato nel Corano e nella Sunnah. (altro…)

[11] Imparate la certezza

E l’undicesimo principio riguarda la certezza (iaqin).

Khalid Ibn Ma’dan رحمه اللّٰه uno dei tabi’in disse: “Imparate [ad ottenere] la certezza, così come imparate il Corano.” Raccolto da Ibn Abi Dunya nel suo libro Al-Yaqin e Abu Nu’aym Al-Asbahani in Hilyaytul Awliya.

(altro…)

Musa عليه السلام e ‘Isa عليه السلام ma Muhammad ﷺ … Perché?

Qui, egli ha detto: “Musa ‘alayhi as-salam (su di lui la pace) e ‘Isa ‘alayhi as-salam”. Quando si cita il Profeta egli dice sallAllahu ‘alayhi wa sallam (la pace e la benedizione di Allah su di lui). Perché li differenzia? In generale, questo è da attribuire alla nobile gente del ‘ilm, corretto o no? Corretto.

(altro…)