Imam Ibn Rajab Al-Hanbali

Il consiglio di ‘Umar durante l’inverno

Sulayman Ibn ‘Amir ha narrato:

“Quando l’inverno arrivava, ‘Umar Ibn Al-Khattab رضي الله عنه scriveva premurosamente a tutti loro (i Compagni] per dare consiglio [dicendo]: ‘Invero, l’inverno è arrivato, ed è un nemico, quindi preparatevi [per esso] con lana, calzini di pelle e calzini. Usate la lana sotto gli abiti e sopra di essi, invero l’inverno è un nemico che entra velocemente eppure se ne va così lentamente’ “. (altro…)

La Sunnah completa

Imam Ibn Rajab رحمه الله ha detto:

“Egli صلى الله عليه و سلم ha comandato che durante la divisione e la divergenza, si aderisca alla sua Sunnah e alla Sunnah dei khulafa (califfi) ben guidati [che vennero] dopo di lui. La Sunnah è la via alla quale si aderisce, ed include aderire a ciò su cui egli صلى الله عليه و سلم e i suoi khulafa ben guidati erano, riguardo al credo, azioni e dichiarazioni. Questa è la Sunnah completa.

Jami-ul Ulum wal-Hikam, pag 249
Traduzione a cura di alghurabaa.net

Implementare il Tawhid

Ibn Rajab ha detto:

“Lotta per l’implementazione del Tawhid, poiché non c’è nulla che ti condurrà ad Allah eccetto il Tawhid. E sii impaziente e bramoso nell’onorare i suoi diritti, poiché nulla ti può salvare dal fuoco eccetto il Tawhid.”

Kalimat-ul-Ikhlas n. 54
Traduzione a cura di alghurabaa.net

Oh Ramadan avvicinati che i cuori sono malati

r1

E’ riportato che Mu’la b. Al-Fadl رحمه الله abbia detto:

Essi (i Salaf) avevano l’abitudine di supplicare Allah per sei mesi, chiedendoGli di farli arrivare al mese di Ramadan; ed essi supplicavano per sei mesi, che Allah accettasse [il loro digiuno ed altri atti di adorazione eseguiti durante il Ramadan]. Abul-Qasim Al-Asbahani, Al-Targhib wa Al-Tarhib, articolo 1761.

(altro…)

I Salaf e il Corano in Ramadan

prayer

È riportato che Al-Aswad [b. Yazid Al-Nakha’i] aveva l’abitudine di completare la recitazione del Corano in Ramadan ogni due notti; dormire tra Al-Maghrib e al-‘isha. Al di fuori di Ramadan, era sua abitudine completare una recitazione ogni sei notti.

Abu Nu’aym, Hilyatu Al-Awliya’ 1:250.

È stato riportato da Al-Rabi’ b. Sulayman, “Muhammad b. Idris al-Shafi aveva l’abitudine di completare la recitazione del Corano nel mese di Ramadan sessanta volte, tutto nella preghiera. ” (altro…)