Shaikh Sulayman ar-Ruhayli

[10] Avere il khushu’ durante la recitazione

Tra i segni del cammino per assaporare la dolcezza del Corano è che tu sia diligente nell’ottenere il khushu’ (solennità e piena sottomissione) durante la lettura del Corano, prendendo i mezzi che porteranno a questo khushu’ e che tu sia consapevole della durezza del cuore e che tu eviti i mezzi che sono la ragione di questa durezza. Allah عز وجل ha detto:

“Non è forse giunto, per i credenti, il momento in cui rendere umili i loro cuori nel ricordo di Allah e nella verità che è stata rivelata.” {57: 16] (altro…)

[9] Sappi che non ci sono contraddizioni!

Tra i segni del sentiero per assaporare la dolcezza del Corano, è che tu sappia con certezza che non c’è alcuna contraddizione nel Libro di Allah. E che non ci sono contraddizioni tra i Suoi versetti e che agisci in base ai versetti che sono chiari e credi nei versetti poco chiari (che possono essere interpretati in modo diverso) e riferisci i versetti poco chiari a quelli chiari. Come detto da Allah عز وجل: (altro…)

[8] Fa sì che il tuo cuore sia presente

Tra i segni della retta via per assaporare la dolcezza della recitazione del Corano, [vi] è l’ascolto del Corano quando viene letto, fare silenzio, e far sì che il tuo cuore sia presente durante la recitazione e mentre lo ascolti.

“Quando viene letto il Corano, prestate attenzione e state zitti, ché vi sia fatta misericordia.” [Corano 7: 204] (altro…)

[7] Abbellisci la tua voce

Tra i segni del sentiero per assaporare la dolcezza del Corano è che abbellisci la tua voce con il Corano. Recitalo lentamente e in modo bello secondo le tue capacità. Abbellisci la tua voce. (altro…)

[6] Non recitare velocemente

Tra i segni del sentiero per assaporare la dolcezza del Corano, o benedetto, è che tu non sia frettoloso nella tua recitazione del Corano. Non affrettarti! Leggi, come abbiamo detto, con riflessione. In verità la fretta non viene con nulla di buono. Il Profeta صلى اللّٰه عليه وسلم disse:

“L’andare adagio [nel fare le cose] è da Ar-Rahman e la fretta è dallo Shaytan.” (altro…)