Corano

Le forme di abbandono del Corano

La domanda:

Quali sono le forme di abbandono del Corano?

Shaikh Salih Al-Fawzan حفظه الله:

L’abbandono del Corano avviene in diversi modi: l’abbandono della recitazione, abbandonare la riflessione dei suoi versi e anche se lo recita, non riflette sui suoi versi.

(altro…)

Perché memorizziamo il Corano?

Abbi ikhlas (sincerità) nell’intenzione, correggendo ciò che si intende: [e cioè] che intendi, con questa seduta (riunione) di memorizzazione del Libro di Allah, la revisione, la recitazione continua e lo sforzo nel perfezionarla, che tu intendi [speri in] il Volto di Allah.

(altro…)

Sono casalinga, sarò ricompensata?

La domanda:

Sono casalinga e non lavoro; la maggior parte del mio tempo lo trascorro prendendomi cura dei miei figli e di mio marito. E mentre sono in cucina, ascolto il Corano. Sarò ricompensata per questo? (altro…)

Prendi il Corano come…

Abu Al-‘Aliyah riporta che una volta un uomo chiese consiglio a ‘Ubay bin Ka’b رضي الله عنه ed egli disse:

“Prendi il Libro di Allah come tuo imam e sii soddisfatto di esso come tuo giudice e sovrano. È ciò che il Messaggero ha lasciato tra di voi. Sarà un intercessore per te.

(altro…)

Il pentimento sincero

“O credenti, pentitevi davanti ad Allah d’un pentimento sincero.” [Surah At-Tahrim: 8]

Nella spiegazione di questo versetto, At-Tabari, nel suo Tafsir, riporta che fu chiesto ad ‘Umar bin Al-Khattab رضي الله عنه del vero pentimento (taubah) ed egli rispose: “È che un uomo si pente di una cattiva azione, e non la ripete mai più.”. Egli riporta anche che ‘Umar disse: “È che ti penti del peccato e non lo ripeti mai più, o che non hai intenzione di ripeterlo mai più.” (altro…)