Manhaj

Sono quelli che odiamo di più

Imam Ibn Qudamah al-Maqdisi رحمه الله ha detto:

“I Salaf amavano coloro che li informavano dei loro errori. Oggi, quelli che odiamo di più, sono coloro che ci fanno notare i nostri errori.”

Mukhtasar Minhaj al-Qashidin pag 196
Traduzione a cura di alghurabaa.net

Annunci

Una lezione importante dalla vita di Ibn Taymiyyah e il suo studente

Shaikh Rabi ibn Hadi al-Madkhali حفظه الله ha detto:

“Ibn Taymiyyah ed Ibn al-Qayyim رحمهما الله hanno vissuto in un paese governato dai re, e nonostante il paese fosse deviato nel suo credo, adorazione e leggi, essi non hanno mai attaccato i governatori con le loro spade; piuttosto, essi hanno combattuto i Mongoli sotto la bandiera del loro paese.”

Majmu Kutub wa Rasa’il wa Fatawa Shaikh Rabi al-Madkhali vol 14, pag 185
Traduzione a cura di alghurabaa.net

Non perdere il tuo tempo con le persone

Chiedo rifugio in Allah dalla compagnia della gente oziosa! Ho visto molte persone provare con me ciò che è abitudine tra di loro, cioè di farsi visita molto spesso e considerare queste visite come un tipo di servizio; vogliono sedersi con me e chiacchierare, come le persone che parlano di ciò che dice la gente, e non interessa a nessuno, e ciò che potrebbe essere ghibah (maldicenza). (altro…)

Citare i peccati commessi nel passato allo scopo di da’wah

L’interrogante:

Nel nostro Paese, l’America, ci sono alcune persone che in passato erano cantanti ed ora sono diventati musulmani. Queste persone hanno iniziato a dare lezioni, allo scopo di invitare i giovani all’Islam e abbandonare la miscredenza, ma a volte essi (gli ex cantanti), nelle loro lezioni, citano alcuni peccati che commettevano nel passato, questo è corretto? (altro…)

[1] Studiate la scienza islamica

Il primo argomento riguarda la scienza islamica, cioè la comprensione della legislazione [islamica]. E questa disposizione proviene da un gruppo di Compagni, ‘Umar Ibnul Khattab disse: “Studiate la scienza [islamica]”, raccolto da al-Ajurry nel suo libro “Akhlaq Hamalat al-Quran”. Questo fu anche narrato da ‘Abdullah Ibn Mas’ud e Abi Darda al-Ansari e Mu’adh Ibn Jabal رضي الله عنهم.

(altro…)