Chi sono gli “stranieri”

ghurab

“L’islam è cominciato straniero e tornerà straniero com’era cominciato, quindi, beati gli stranieri”.
(Autentico, trasmesso da Muslim)

Gli stranieri  sono la gente della rettitudine.
Il paradiso e la felicità appartengono agli stranieri che saranno buoni quando la gente sarà corrotta.
Quando le condizioni [dei musulmani] mutano, e le cose [della vita] diventano ambigue (poco chiare), e la gente del bene diventa poca, allora essi saranno saldi sulla verità e retti sulla religione di Allah, e realizzeranno il tewhid, e solo ad Allah dedicheranno l’adorazione, e saranno retti sulla Salat, la Zakat, il digiuno, il Hajj e su tutte le cose della religione: questi sono gli stranieri, e su di essi e sui loro simili Allah ha detto: “In verità, coloro che hanno detto: “Allah è il nostro Signore”, poi si sono raddrizzati [sulla religione] scendono gli angeli su di essi: “Non abbiate paura e non rattristatevi, e siate felici del paradiso che vi è stato promesso; Noi siamo i vostri alleati nella vita terrena e nell’aldilà, e avrete in esso [paradiso] quello che desidererete e quello che chiederete, ospitati dal Perdonatore, il Misericordioso” “. (Ghafir, 30-32)

Quindi l’islam è cominciato poco [con poche persone] e straniero in Mecca, solo pochi erano coloro che ci hanno creduto; la maggior parte della gente gli avevano dichiarato guerra, e hanno tenuto testa al profeta pace e benedizione siano su di lui, gli avevano fatto del male, e avevano maltrattato i suoi compagni che erano diventati musulmani, poi [il profeta salla Allahu alaihi wa sallam] si era trasferito nella Medina facendo Hijra, e con lui si erano trasferiti coloro che ce l’avevano fatta fra i suoi compagni, ed era straniero anche, fino a quando la sua gente era diventata numerosa nella Medina e negli altri paesi, poi la gente era entrata nella religione di Allah a gruppi dopo che Allah abbia aperto (conquistato)  la Mecca per il suo Profeta  pace e benedizione siano su di lui, il suo inizio [dell’Islam] quindi fu straniero tra la gente, e la maggior parte della gente miscredeva in Allah, gli associava altri [dei] e adorava le statue, i profeti, i santi, gli alberi, le pietre e quant’altro. Poi Allah ha guidato le persone che sono state guidate sulle mani del suo Profeta pace e benedizione siano su di lui e sulle mani dei suoi compagni, quindi sono diventate musulmane e hanno adorato solo Allah, hanno lasciato l’adorazione delle statue, delle rappresentazioni degli dei, dei profeti e dei santi e solo ad Allah hanno dedicato il culto, e quindi sono arrivati a non adorare altri che Allah, solo, e a non pregare nessun altro, e a non prosternarsi a nessun altro, e a non orientarsi con le invocazioni, le richieste di aiuto, le richieste di guarigione ad altri che Allah, a non invocare i morti nelle tombe, e non chiedere loro la sussistenza e non chiedere loro soccorso, e non chiedere soccorso alla statue, né agli alberi, né alle pietre, né ai pianeti, né ai Ginn né agli angeli; e invece non adorano altro all’infuori di Allah, questi sono gli stranieri, e così alla fine dei tempi, sono loro che si raddrizzano sulla religione di Allah quando la gente indietreggia dalla religione di Allah, miscrede, e quando si moltiplicano i loro peccati e il loro male.
Questi stranieri si raddrizzano sull’obbedienza di Allah e sulla sua religione, e avranno il paradiso e la felicità, e avranno la meglio in questa vita e nell’altra.

Fonte: binbaz.org.sa

[Traduzione a cura di El3ilm]

Annunci