Come comportarsi con coloro che provano a validare atti terroristici? [1]

terrorism

Domanda: Troviamo, tra alcuni giovani, chi non considera avvenimenti come attentati e azioni simili una cosa malvagia. Lo approvano, o cercano di validare alcune azioni di questo gruppo … [2] 

Risponde Shaikh Salih al-Fawzan: Questa persona è una delle due cose: Egli è o 1) ignorante, che da loro (i terroristi) il beneficio del dubbio. [Allora] gli chiarisci le loro colpe, e gliele spieghi fino a che la sua idea sbagliata sia scomparsa. O 2) li segue, sostenendo le loro idee. Ha la loro stessa convinzione e condivide le loro idee. Anche a lui, rendi chiara la verità, così che forse possa tornare indietro. Se non torna indietro (alla verità), allora il suo peccato è su di sé. A meno che, naturalmente, sembri che egli possa perturbare la pace e la sicurezza o tentare di ingannare altri musulmani; in questo caso è un obbligo informare (le autorità) di lui. Se una qualsiasi cosa di lui sembra che possa violare la pace e la sicurezza o possa ingannare più musulmani o se invita i giovani a questo (sviamento), deve essere raggirato e le autorità informate, in modo che possa essere fermato.

[1] A questa domanda ha risposto Shaikh Salih al-Fawzan e l’audio clip si trova qui: http://www.fatwa1.com/anti-erhab/Irhabion/Irhabion.html . Questo audio clip in particolare è il numero 20 della lista e contiene tre domande alle quali ha risposto lo Shaikh. Questa di cui sopra è la seconda.
[2] – Nota del traduttore – Quando ho trascritto questa domanda dall’audio originale, l’ultima parte della domanda non era molto chiara perché il microfono dell’interrogante aveva un audio ad un livello molto più basso rispetto a quello di Shaikh al-Fawzan. Ad ogni modo, credo che nelle ultime parole, l’interrogante chiedesse semplicemente allo Shaikh di chiarire la questione.

authentic-translations.com

Traduzione a cura di www.alghurabaa.net

Annunci