Cosa dire quando viene chiesto “dov’è Allah?”

CG_Design_Fly_away_dandelion_under_blue_sky

È stato chiesto a Ash-Shaikh Muhammad ibn Salih Al-‘Uthaymin (rahimahullah) che cosa si dovrebbe rispondere quando viene chiesto “Dov’è Allah?” Allo Shaikh è stata posta la seguente domanda:

In riferimento ad alcune persone che quando viene chiesto loro, “Dov’è Allah?”, rispondono, “Allah è presente ovunque.” Oppure dicono: “Egli è presente”. Questo tipo di risposta è corretta in senso generale? 

Shaikh Al-‘Uthaymin:

Questa risposta è falsa e non è corretta senza limiti o restrizioni. Se alla persona fosse stato chiesto, “Dov’è Allah?” Avrebbe dovuto rispondere: “Sopra i cieli”, proprio come la donna che rispose al Profeta (sallaAllahu ‘alayhi wa sallam) quando lui le chiese: “Dov’è Allah?” Lei rispose, “Sopra i cieli”.

In riferimento a chi dice solamente: “Egli è presente”, questo è un modo per evitare la risposta e schivarla. In riferimento a chi dice: “In verità, Allah è ovunque”, e intende dire che in realtà Allah stesso è in tutto il mondo, allora questa è miscredenza (Kufr), perché è negare ciò che è provato dai testi. Anzi, è persino negare le evidenze registrate, le prove intellettuali e anche la natura fisica, che ci guida a credere che Allah sia esaltato, sia l’Altissimo, sopra di tutto, e che Egli sia al di sopra dei cieli, ed Egli sia salito sul Suo Trono.

Al-Fatawa Ash-Shar’iyyah fil-Masa’il il-‘Asriyyah min Fatawa ‘Ulama ‘il-Baladil-Haram, pag. 28-29.

Traduzione a cura di alghurabaa.net

Annunci