Passare le mani bagnate sui calzini [per il wudu]

Domanda posta a Shaikh Ibn Baz (rahimahullah):

C’è una linea guida da seguire quando si passano le mani bagnate sui calzini [per il wudu]?

La risposta:

Sì. Si passano le mani su di essi (i calzini) per la durata di un giorno e una notte per chi è residente. E tre giorni e tre notti per chi è viaggiatore

Questo si applica se i calzini coprono le parti obbligatorie da coprire (dei piedi), cioè il tallone e le zone vicine ad esso (caviglia ecc.).

Ciò che si intende con ‘coprire’ è che essi siano doppi (il loro tessuto sia doppio). Allora la persona può passare le mani su di essi, a condizione che i calzini siano stati indossati in uno stato di purificazione (in wudu), non siano sporchi e che siano puliti.

Quindi ciò che si intende è che i calzini o i kuffayn (calzini di pelle) siano puliti e non sporchi, che coprino le parti del piede che abbiamo citato e che una persona possa passare le mani bagnate su di essi per un giorno ed una notte, se si è residenti, e tre giorni e tre notti per il viaggiatore.

Tutto questo, se la persona li ha indossati in uno stato di purificazione (wudu).

Fonte
Traduzione a cura di alghurabaa.net

 

Annunci