La realizzazione del Tawhid è la sua purificazione dallo shirk

flowers

La realizzazione del Tawhid è la sua purificazione dallo shirk, e questo non può essere realizzato se non con tre cose:

La prima:

La conoscenza. Non puoi realizzare qualcosa prima di conoscerla. Allah l’Eccelso dice:

“Sappi che nessuno è degno di culto all’infuori di Allah”. [Muhammad: 19] 

La seconda:

La fede. Se hai la conoscenza, ma non credi e diventi presuntuoso, non hai realizzato il tawhid. Allah dice dei miscredenti:

“Ridurrà forse gli dèi ad un Dio unico? Questa è davvero una cosa strana”. [Sad: 5].

Questi non hanno creduto nell’unicità di Allah nel culto (ibadah).

La terza:

La sottomissione. Se ne hai la conoscenza e hai creduto in Lui, ma non ti sei sottomesso, non hai realizzato il tawhid.

L’Eccelso dice:

“Quando si diceva loro: “Non c’è degno di culto all’infuori di Allah”, si gonfiavano d’orgoglio e dicevano: “Dovremmo abbandonare i nostri dèi per un poeta posseduto?”. [asSaffat: 35-36]

Se [il credente] raggiunge tutto questo e realizza il tawhid, allora il Paradiso è garantito per lui senza rendere conto, e non diciamo inshaAllah, poiché questo è un giudizio indiscusso nella Shariah. Pertanto l’autore – che Allah abbia misericordia di lui – ha affermato questa materia in modo fermo senza dire inshaAllah. Mentre su un individuo specifico diciamo inshaAllah.

Autore: Muhammad Ibn Salih Al Uthaymin
Fonte: al-Qawl al-Mufid ‘ala Kitab at-Tawhid vol.1 pag 91

http://www.alghurabaa.net
tradotto da Ismail Albani

Annunci