aqidah

Le regole e le virtù del giorno di ‘Arafah

Il giorno di ‘Arafah è il nono dei dieci giorni benedetti di Dhil-Hijjah. E’ il giorno in cui i pellegrini (hujjaj) sostano ad ‘Arafah, eseguendo il pilastro più importante. Come detto dal Profeta صلى الله عليه وسلم, “Hajj è ‘Arafah”, significa che il pilastro più importante del Hajj è la sosta ad ‘Arafah, per le virtù, la grandezza e lo status con Allah سبحانه وتعالى. E’ un giorno benedetto. Il Profeta صلى الله عليه وسلم disse, “Il du’a migliore è il du’a nel giorno di ‘Arafah”, “E [il du’a] migliore che abbiamo detto io e i Profeti precedenti è ‘non c’è divinità davvero degna di culto eccetto Allah, senza associati. A Lui appartengono il dominio e tutte le lodi ed Egli è in grado di fare qualsiasi cosa.’ ”
[لا إله إلا الله وحده لا شريك له، له الملك وله الحمد وهو على كل شيء قدير]

(altro…)

Perché la bid’ah è peggio del peccato maggiore?

Le innovazioni sono diventate più gravi, fino a diventare peggio dei peccati maggiori, per due motivi:

Il primo, considerando l’azione stessa. Perché con l’introduzione delle innovazioni è come se si stesse correggendo la Shari’ah [di Allah] e quindi attribuire carenza alla Shari’ah.

(altro…)

Come bisogna amare Allah?

L’interrogante:

Inoltre, egli chiede, Eminente Shaikh, riguardo l’amore per Allah…

Shaikh Ibn Baz رحمه الله:

[Egli] deve amare Allah con tutto il suo cuore, un amore che non conosce eguali. Che ami Allah più di qualsiasi altra cosa. Un amore sincero, che richiede la Sua obbedienza e l’abbandono della Sua disobbedienza.

(altro…)

Non essere il quinto

Abu Al-Darda’ رضي الله عنه disse:

“Sii un sapiente o un allievo, o una persona che ama [i sapienti] o che segue [i sapienti], ma non essere il quinto. Humayd (uno dei narratori) chiese a Al-Hasan al-Basri (che riportò questo da Abu Al-Darda’), “e chi è il quinto?”. Egli rispose, “Un eretico (mubtadi’).”

Ibn ‘Abd Al-Barr, Jami’ Bayan Al-‘Ilm 1/142
Traduzione a cura di alghurabaa.net

E inviamo i segni solo per incutere sgomento…

Allah ha detto, “E inviamo i segni solo per incutere sgomento.” [17: 59]

Qatadah ha detto, nella spiegazione di questo versetto, “E in verità Allah fa sì che le persone si spaventino con i segni che [Lui] vuole – in modo che possano prestare attenzione, così che possano ricordare, così che possano tornare [da Lui].”

Jaami’ul-Bayaan, del Imam at-Tabari, nel Tafsir 17: 59
Traduzione a cura di alghurabaa.net