tawhid

L’albero del Tawhid

Ibn Qayym al-Jawziyyah (rahimahullah) ha detto:

“Chiunque stabilisce fermamente il Tawhid nel suo cuore, allora le sue bontà appariranno sul resto degli arti della persona, e l’albero del Tawhid produce i frutti migliori. ”

Al-Fawaid pag 115
Traduzione a cura di alghurabaa.net

Implementare il Tawhid

Ibn Rajab ha detto:

“Lotta per l’implementazione del Tawhid, poiché non c’è nulla che ti condurrà ad Allah eccetto il Tawhid. E sii impaziente e bramoso nell’onorare i suoi diritti, poiché nulla ti può salvare dal fuoco eccetto il Tawhid.”

Kalimat-ul-Ikhlas n. 54
Traduzione a cura di alghurabaa.net

Cominciando dal Tawhid

Shaikh Muhammad Nasir ud-Din Al-Albani (rahimahullah) ha detto:

Noè (alayhi salam) restò con la sua gente per 950 anni; impiegò il suo tempo chiamando (la gente) al Tawhid. Quindi è doveroso per noi cominciare con ciò con cui il Profeta (sallaAllahu ‘alayhi wa sallam) incominciò, ovvero prima di tutto rettificare quello che è stato corrotto della ‘aqidah (credo) dei musulmani.

Al-Tawhid Awwalan ya Du’at al-Islam, pag. 5
Traduzione a cura di alghurabaa.net

I requisiti delle due testimonianze

2bf

–> Prima parte

–> Seconda parte

Quarto : i requisiti delle due testimonianze

A – il requisito della testimonianza “ la ilaha illa Allah “ : è l’abbandono del culto di qualsiasi divinità all’infuori di Allah; indicato dalla negazione ed il nostro detto : “ la ilaha “ . E il culto solo di Allah senza associati indicato dall’affermazione, ed il nostro detto: “ illa Allah “, sono in molti tra quelli che la pronunciano ma contraddicono i suoi requisiti affermando il diritto di culto per le creature, le tombe, gli idoli , gli alberi e le pietre. Essi hanno creduto che il monoteismo fosse un;innovazione e hanno rimproverato colui che li ha chiamati al monoteismo e colui che ha purificato il culto esclusivamente per Allah. (altro…)

Le basi della rettitudine

111

“Le basi della rettitudine sono il Tawhid e l’Iman (Fede) e le basi della corruzione sono lo Shirk ed il Kufr (miscredenza).”

Shaikh Ibn Taymiyyah [Al-Fatawa, 15]
Traduzione a cura di alghurabaa.net