Ibn Taymiyyah sulle preghiere notturne in Ramadan – 11 o 20 rak’ah?

1434605630-malaysian-muslims-perform-first-taraweeh-prayer-in-kuala-lumpur_7887421 (1)

Shaykh al-Islâm Ibn Taymiyyah (che Allah abbia misericordia di lui) ha detto:

“… Le preghiere notturne del Ramadan, non sono state limitate a un numero specifico (di rak’ah). Il Profeta stesso (che Allah elevi il suo rango e gli conceda la pace) era solito pregare non più di 13 rak’ah in Ramadan o in qualsiasi altro momento. Tuttavia, aveva l’abitudine di pregare con delle lunghe rak’ah. 

Quando ‘Umar radunò le persone che stavano dietro Ubayy ibn Ka’b, egli (Ubayy) pregò 20 rak’ah con loro, e poi pregò tre rak’ah di witr. Aveva l’abitudine di recitare meno, nelle rak’ah, per compensare l’aumento del número, dal momento che era più facile per i credenti rispetto alle lunghe rak’ah.

Dopo di che, alcuni dei Salaf pregarono 40 rak’ah, aggiungendo tre per il witr.

Altri pregarono 36 rak’ah, aggiungendo tre per il witr.

Tutto questo era accettabile. In qualunque di questi modi una persona scelga di pregare in Ramadan va bene.

Lo scenario migliore varia a seconda delle situazioni delle persone. Se riescono a stare in piedi per lungo tempo, allora dieci rak’ah con le tre del witr è migliore, in quanto era la pratica costante del Profeta (che Allah elevi il suo rango e gli conceda la pace) in Ramadan e altre volte.

Se la gente non può stare in piedi per lunghi periodi di tempo, allora 20 rak’ah sono megliori. Questo è ciò che la maggior parte dei musulmani fa, dal momento che è una via di mezzo tra i dieci e i 40. È lecito che qualcuno preghi 40 o un altro numero (di rak’ah), e non c’è niente di avverso a tale proposito. Questo è stato menzionato esplicitamente, con una serie di Imam, come Ahmad per esempio.

Chiunque assumi che le preghiere notturne del Ramadan siano state limitate dal Profeta (che Allah elevi il suo rango e gli conceda la pace) per un numero di rak’ah che deve essere rispettato, senza alcun aumento o diminuzione ha sicuramente commesso un errore … ”
[E Allah ne sa di più .]

Fonte Bakka.net

Traduzione a cura di www.alghurabaa.net

[Nota: ricordiamo che vi è divergenza di opinione tra gli studiosi riguardo alla questione del numero delle rak’ah, wa Allahu ‘alam]

Annunci