preghiera

L’impurità rituale (najas) durante la preghiera

Shaikh Ibn Baz رحمه الله:

“Se sai che c’è dell’impurità rituale (najas), dovresti rimuoverla prima della salah (preghiera), che sia sugli abiti o sul corpo. Se te ne accorgi solo dopo aver compiuto la salah, non devi ripeterla (la salah), secondo l’opinione più autentica degli Studiosi”.

Fatawa Ibn Baz 10/400 – Alifta.net
Traduzione a cura di alghurabaa.net

Annunci

La durata [di tempo] durante la quale il viaggiatore può accorciare la preghiera

La domanda:

Qual è il modo di eseguire la Salah (preghiera) per un viaggiatore e qual è il principio che si applica durante un viaggio e quando ci si ferma (durante il suo viaggio)? Che Allah vi benedica.

La risposta:

Ogni lode spetta ad Allah, il Signore dei mondi. Che la pace e la benedizione siano su colui che Allah ha inviato come misericordia per i mondi, sulla sua Famiglia, i suoi Compagni e i suoi Fratelli fino al Giorno della Resurrezione.

Il viaggiatore, che non intende dimorare definitivamente nel luogo in cui si reca e non sa quando tornerà nel luogo in cui risiede, può accorciare la preghiera, anche se rimane per un tempo superiore alla durata dell’accorciamento della preghiera (secondo gli ‘Ulema che lo hanno limitato), anche se rimane molti anni. (altro…)

Quando un uomo è in piedi in preghiera

‘Abdullah Ibn Mubarak ha detto:

“Ho chiesto a Sufyan ath-Thawri, ‘quando un uomo è in piedi, in preghiera, cosa dovrebbe intendere con la sua recitazione e preghiera?’ Egli ha risposto, ‘dovrebbe intendere che sta supplicando personalmente il suo Signore’. ”

Ta’dhim Qadr Al-Salah vol 1, pag 199
Traduzione a cura di alghurabaa.net

La stagione migliore per un credente

Al-Hasan al-Basri رحمه الله ha detto:

“La stagione migliore per un credente è l’inverno. Le sue notti sono lunghe per coloro che desiderano pregare, e le sue giornate sono corte per coloro che desiderano digiunare.”

Lata’if al-Ma’arif, pag 327
Traduzione a cura di alghurabaa.net

L’intenzione (niyyah)

L’intenzione (niyyah) si distingue in tre cose:

1) Un atto di adorazione (‘ibadah) da un altro atto di adorazione.
Ad esempio, pregare due rak’ah Sunnah di ‘Isha e due rak’ah della preghiera notturna. Sembrano la stessa cosa ma è la niyyah che le distingue.

(altro…)