Le fondamenta dell’Islam

Cari musulmani, invero Allah ha scelto l’Islam per voi, dunque non morite se non da musulmani. Siate desiderosi di soddisfare i pilastri e le fondamenta dell’Islam. “L’Islam si basa su cinque [pilastri]: la testimonianza che non c’è dio [davvero degno di culto] eccetto Allah e che Muhammad è il Suo servo e messaggero, l’esecuzione della Salah (preghiera), il pagamento della Zakah, il digiuno di Ramadan e il pellegrinaggio alla Casa di Allah (la Ka’ba).”

Siate desiderosi di credere nei pilastri del Iman (fede), e di soddisfare la sua essenza e il suo significato. “Esso [lman] è credere in Allah, i Suoi Angeli, i Suoi Libri, i Suoi Messaggeri, l’Ultimo Giorno e il Decreto Divino (al-Qadr), il suo bene e il suo male.

Siate desiderosi dell’essere consapevoli di Allah in qualsiasi momento, in qualsiasi luogo. Questa è la vera essenza del Ihsan (il livello più alto di adorazione). “Esso [Ihsan] è che adori Allah come se Lo vedessi, e anche se non puoi vederLo, sappi che Lui ti vede.”

O servi di Allah! Il Tawhid (l’adorazione solo per Allah) è il fondamento della religione e la sua impugnatura più salda. Tutte le leggi e i rami della religione sono basati su questo fondamento. Se basati su questo, tutti gli atti di adorazione saranno accettati e validi. E’ la chiave della salvezza in questo mondo e nell’Aldilà, è il diritto di Allah sui Suoi servi.

Mu’adh Ibn Jabal رضي الله تعالى عنه disse, “Stavo cavalcando dietro al Messaggero di Allah صلى الله عليه وسلم su un’asino ed egli disse, ‘O Mu’adh, sai qual è il diritto di Allah su i Suoi servi e qual è il diritto dei Suoi servi su Allah?’. Risposi, ‘Allah ed il Suo Messaggero hanno conoscenza migliore”. Disse, “Il diritto di Allah su i Suoi servi è che essi adorino solo Lui e che non associno niente [e nessuno] a Lui, e il diritto dei Suoi servi su Allah عز و جل, è che Egli non punisca colui che non associa nessuno a Lui’. Dissi, ‘O Messaggero di Allah, non dovrei dare questa buona notizia alle persone?’ Egli disse, ‘Non dar loro questa buona notizia, così che non si affidino ad essa (eseguendo meno azioni buone).’ ” Raccolto da al-Bukhari

Shaikh Bu’ayjan حفظه الله
Estratto dalla Khutbah di ‘Eid al-Fitr 1441H (Moschea del Profeta صلى الله عليه وسلم a Medinah)
Fonte
Traduzione a cura di alghurabaa.net