Orgoglio: un ostacolo per il Paradiso

kibr

Di Shaikh ‘Abdur-Rahman Ibn Nasir as-Sa’di
Tratto da Bahjatul-Qulubul-Abrahar (pagg 156-158)

Da ‘Abdullah Ibn Mas’ud radhi Allahu ‘anhu, che raccontò che il Messaggero di Allah sallAllahu ‘alayhi wa sallam disse:

“Chi ha il valore di un atomo di kibr (orgoglio) nel suo cuore non entrerà in Paradiso.” Così un uomo disse: “Che dire di una persona che ama (cioè è orgoglioso di) vestire bene e indossare delle belle scarpe? Così egli rispose: “Allah è bello e ama la bellezza. Kibr (orgoglio) è quello di rifiutare la verità, e di disprezzare il popolo”. 1

Così Allah – l’Altissimo – ci informa che l’Inferno è la dimora di coloro che hanno kibr (orgoglio e arroganza). E impariamo dal hadith precedente che: “Chi ha il valore di un atomo di kibr (orgoglio) nel suo cuore non entrerà in Paradiso.” Quindi, questa è una prova che l’orgoglio (kibr), porti all’ingresso dell’Inferno e impedisca l’entrata in Paradiso. E questa spiegazione esauriente che il Profeta, sallAllahu ‘alayhi wa sallam ha dato, chiarisce il significato di kibr (orgoglio) nel miglior modo possibile. Così kibr è diviso in due tipi: —

[1] Orgoglio verso la verità: questo è quello di rifiutare la verità e di non accettarla. Quindi, chiunque rifiuti la verità è orgoglioso e arrogante – in accordanza con ciò che egli rifiuta della verità. È quindi obbligatorio, per tutti, essere umili di fronte alla verità con la quale Allah ha inviato il Suo Messaggero, e che ha fatto scendere nel Suo Libro. Come per coloro ai quali l’orgoglio e arroganza impediscono il rispetto completo per i Messaggeri (vale a dire avere iman o fede in essi e nel loro messaggio) – allora sono kuffar (miscredenti) e abiteranno l’Inferno per l’eternità. Dato che quando la verità arriva a loro tramite i Messaggeri, che spiegano loro i segni e le prove evidenti, essi la rigettano e non possono accettarla a causa del kibr che hanno nel cuore. Allah l’Altissimo – dice:

“Coloro che polemizzano sui segni di Allah, senza aver ricevuto nessuna autorita’ [per farlo] , non hanno altro che invidia nei loro petti: non raggiungeranno il loro scopo. Implora dunque la protezione di Allah. Egli è Colui che tutto ascolta e osserva. “ [Surah Al-Ghafir (40): 56]

Per coloro ai quali l’arroganza e orgoglio impediscono loro di rispettare le parti della verità – perché si oppone alle loro opinioni personali o ai loro capricci e desideri – allora queste persone non sono kuffar (miscredenti), ma tale azione richiede che vengano puniti in conformità al loro kibr. È per questo che gli studiosi concordano con il fatto che ogni volta che la Sunnah (guida e modi) del Messaggero sallAllahu ‘alayhi wa sallam sia stata spiegata a qualcuno, allora non è lecito per questa persona allontanarsi da essa a causa delle parole di qualcun altro, chiunque e qualunque sia il suo stato. Quindi è obbligatorio, per il ricercatore di conoscenza, dare completa e assoluta precedenza alla parola di Allah e al detto del Suo Messaggero sallAllahu ‘alayhi wa sallam al di là della parola di qualcun altro, e dovrebbe essere sempre la sua base alla quale ritornare, e il fondamento sul quale egli costruisce, seguendo la guida del Profeta, sallAllaahu ‘alayhi wa sallam, cercando il più possibile di capire cosa si intenda con essa, sia interiormente che esteriormente. Quando una persona segue questo grande principio, allora ha davvero raggiunto la bontà e l’eccellenza, e tutti i suoi errori gli saranno perdonati, dato che il suo obiettivo generale è quello di seguire ciò che gli è stato prescritto. Così i suoi errori sono scusati grazie al suo grande sforzo nel riconoscere e rispettare la verità – e questo significa essere umili nei confronti della verità.

[2] Orgoglio nei confronti delle persone: questo tipo [di orgoglio]  è quello di disprezzare le persone, e di guardarle dall’alto verso il basso. Questo atteggiamento si verifica quando una persona è stupita con se stessa, pensa bene di se stessa, e pensa di essere migliore degli altri. Questo modo porta ad avere kibr verso la creazione, disprezzarla, fingere, e degradarla attraverso la parola e le azioni. Il Messaggero sallAllahu ‘alayhi wa sallam disse:

“È abbastanza grave per una persona disprezzare il suo fratello Musulmano”. 2

È per questo che l’uomo chiese: “Che dire di una persona che ama (cioè è orgoglioso di) vestire bene e indossare delle belle scarpe?” Perché temeva che questo fosse il kibr minacciato di punizione. Così il Profeta, sallAllahu ‘alayhi wa sallam, gli spiegò che questo non fosse kibr, poiché questa era una persona che osservava la verità, umile nei confronti delle persone, e che questa era la bellezza che Allah ama, in verità Allah – l’Altissimo è bello così il Suo Dhat (Se Stesso), Sifat (Attributi) e Af’al (Azioni), e ama tanto la bellezza esteriore e interiore.

Per quanto riguarda la bellezza esteriore, si intende la pulizia del corpo, i vestiti e il luogo. Per quanto riguarda la bellezza interiore, allora è abbellire il proprio carattere. È per questo che il Profeta, sallAllahu ‘alayhi wa sallam, aveva l’abitudine di supplicare:

“O Allah! Guidami ad avere buone maniere e caratteristiche, nessuno può guidarmi nell’abbellirle tranne  Te. Allontana da me tutte le cattive azioni e caratteristiche, nessuno può allontanarle da me eccetto Te.” 3

Ed Allah ne sa di più.

NOTE

1. Riferito da Muslim nel suo Sahih (1/65).
2. Riferito da Muslim (n.2564).
3. Riferito da an-Nasa’i (n.861). È stato autenticato da al-Albani nel suo Sifatus-Salah (pag 93).

Traduzione a cura di alghurabaa.net

Annunci