Shaykh ‘Uthaymin sulla Purificazione

cascate_72

Shaykh ‘Uthaymin, che Allah abbia misericordia di lui ha detto:
“La settimana scorsa era con me un dottore, un dottore americano che è diventato musulmano, il quale ha detto: “Sono diventato musulmano grazie ad un hadith e ad un versetto del Corano”. 

Gli abbiamo chiesto, “Quali sono?”

Egli ha risposto: il hadith:
È sufficiente per il figlio di Adam mangiare pochi bocconi per mantenersi in vita. Se deve riempirlo [lo stomaco], lo riempia per un terzo con cibo, per un terzo con bevande e per un terzo con l’aria”.
Questa è la base della medicina, questa è la base della medicina, e se tutti seguissero questo principio difficilmente qualcuno si ammalerebbe.

Per quanto riguarda il Versetto poi, è Allah che dice:
“O voi che credete! Quando vi levate per la preghiera, lavatevi il volto, le mani [e gli avambracci] fino ai gomiti, passate le mani bagnate sulla testa e lavate i piedi fino alle caviglie. Se siete in stato di impurità, purificatevi. Se siete malati o in viaggio o uscendo da una latrina o dopo aver accostato le donne non trovate acqua, fate la lustrazione con terra pulita, passandola sul volto e sugli avambracci.” (Sura Al Ma’ida, 6)

Questi sono gli arti esterni che sono esposti, sono esposti alla polvere, allo sporco, sono esposti a qualunque cosa. Se sono lavati cinque volte ogni giorno e notte, si mantengono puliti. Quindi l’Islam è una religione che si occupa di salute e di pulizia, e queste sono le fondamenta della medicina.”

Gli è poi stato detto: “C’è qualcos’altro oltre a quanto già detto.
Questa purificazione depura i mali spirituali che sono i peccati, poiché l’uomo è perdonato fino all’ultima goccia del suo Wu’du, ma questo è qualcosa che il miscredente non sa. Sanno solo quello che appare!”

(Tafsir sura An Nisa, cassetta n.2. lato B)

Fonte: Taalib.com

Traduzione a cura di www.alghurabaa.net

Annunci