Versetti coranici e ahadith sulla ricerca della conoscenza

iqra

Allah dice:
“Allah vi fa uscire dai ventri delle vostre madri sprovvisti di ogni scienza e vi dà udito, occhi e intelletto. Sarete riconoscenti?”
[Sura An-Nahl (Le Api, 16) versetto 78]

“Leggi! In nome del tuo Signore che ha creato (tutto ciò che esiste),
ha creato l’uomo da un’aderenza (da un pezzo spesso di sangue coagulato).
Leggi, ché il tuo Signore è il Generosissimo,
Colui Che ha insegnato (la scrittura) mediante il calamo (la penna),
che ha insegnato all’uomo quello che non sapeva.”
[Sura Al-‘Alaq (L’aderenza, 96) versetti 1-5] 

“Sappi (o Muhammad) che Laa ilaaha ill-Allah (in verità non c’è nessuno che merita di essere adorato all’infuori di Allah), e implora perdono per la tua colpa e per i credenti e le credenti…”
[Sura Muhammad (47), versetto 19]

“Non seguire (o uomo, cioè non dire, non fare, non testimoniare) ciò di cui non hai conoscenza alcuna. Di tutto sarà chiesto conto (da Allah): dell’udito, della vista e del cuore.”
[Sura Al-Isra’ (Il Viaggio notturno, 17) versetto 36]

“Allah testimonia e con Lui gli Angeli e i sapienti, che laa ilaaha illa Huwa (nessuno ha il diritto di essere adorato tranne Lui), Colui Che realizza la giustizia. Laa ilaaha illa Huwa (nessuno ha il diritto di essere adorato tranne Lui), l’Eccelso, il Saggio.”
[Sura Ali ‘Imran (La famiglia di ‘Imran, 3) versetto 18]

“…Tra i servi di Allah solo i sapienti Lo temono…”
[Sura Fatir (Il creatore, 35) versetto 28]

“…Allah innalzerà il livello di coloro che credono e che hanno ricevuto la scienza.”
[Sura Al-Mujadilah (Colei che sta discutendo, 58) versetto 11]

“…Signor mio, accresci la mia scienza.” [Sura Ta-Ha (20) versetto 114]

“Di’: “Sono forse uguali e coloro che sanno e coloro che non sanno?”. Solo gli uomini dotati di intelletto riflettono (cioè prendono lezione dai segni e dai versetti di Allah).”
[Sura az-Zumar (I gruppi, 39) versetto 9]

“Coloro che [invece] hanno ricevuto la scienza sanno che questo (il Corano) è la Verità che viene dal tuo Signore, credono in essa e i loro cuori vi si sottomettono umilmente.”
[Sura Al-Hajj (Il pellegrinaggio, 22) versetto 54]

“Chi segue un sentiero/strada alla ricerca della conoscenza, Allah gli renderà facile la strada verso il Paradiso.”
[Narrato da al-Bukhari in Kitab al-‘Ilm, 10]

“In verità, Allah ha colmato [di grazia] i credenti, quando ha suscitato tra loro un Messaggero (Muhammad) che recita i Suoi versetti (il Corano), li purifica (dai peccati coloro che lo seguono) e insegna loro il Libro (il Corano) e Al Hikmah (la saggezza e la Sunnah – tradizione del Profeta – i modi legali, le dichiarazioni e il culto), mentre in precedenza erano in preda all’errore evidente.”
[Sura Ali Imran (La famiglia di ‘Imran, 3) versetto 164]

Il Profeta (pace e benedizioni di Allah siano su di lui) disse:
“Quando Allah vuole il bene per una persona, gli fa comprendere la religione.”
[Tutti concordano. Narrato da al-Bukhari, 69]

“Il migliore di voi è colui che impara il Corano e lo insegna.”
[Tutti concordano. Narrato da al-Bukhari, 4639]

“O credenti, perché dite quel che non fate?
Presso Allah è grandemente odioso che diciate quel che non fate.”
[Sura As-Saff (I ranghi, 61) versetti 2-3]

“E coloro che dissimulano (nascondono) i segni e le direttive che Noi abbiamo rivelato, dopo che nel Libro chiaramente li esponemmo agli uomini… ebbene, ecco coloro che Allah ha maledetto e che tutti maledicono.
Invece coloro che si sono pentiti e si sono emendati (dicono la verità che hanno nascosto)… da costoro Io accetto il pentimento. Io sono Colui Che accoglie il pentimento, il Misericordioso.”
[Sura Al-Baqara (La giovenca, 2) versetti 159-160]

“Quando un uomo muore, tutte le sue opere finiscono, tranne tre – una beneficenza che continua, la conoscenza benefica o un figlio giusto che pregherà per lui.”
[Narrato da Muslim, 1631]

“Chiunque chiama le persone alla guida corretta avrà una ricompensa, come quella di coloro che lo seguono, senza togliere nulla dalla loro ricompensa, e chiunque chiama al fuorviamento avrà lo stesso peso del peccato di coloro che lo seguono, senza togliere nulla dal loro peso.”
[Narrato da Muslim, 2674]

Il Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui) disse:
“Quando Allah vuole il bene per una persona, gli fa comprendere la religione.”

“Non ci dovrebbe essere l’invidia, ad eccezione per due persone:
– un uomo a cui Allah ha dato (la conoscenza) del Corano, così lo recita giorno e notte
– un uomo al quale Allah ha dato la ricchezza, così egli la spende (in buone azioni) giorno e notte.”
[Narrato da Muslim, 815]

Estrapolati da: Usul al-Din al-Islami di Shaykh Muhammad ibn al-Ibrahim Tuwayjri

Traduzione a cura di www.el3ilm.wordpress.com

Annunci