L’obbligo della gratitudine

alhamd

Da Riyad-us-Salihin di Imam An-Nawawi
Capitolo 242
L’obbligo della gratitudine

Allah تعالى dice:

“Ricordatevi dunque di Me e Io Mi ricorderò di voi, siateMi riconoscenti e non rinnegateMi” (2:152)

“Se sarete riconoscenti, accrescerò [la Mia grazia]” (14:7)

“E di’: ‘La lode appartiene ad Allah …’ ” (17:111)

” … e l’ultima delle loro invocazioni [sarà]: “La lode appartiene ad Allah, Signore dei mondi …” (10:10)

1393. Abu Hurairah رضي الله عنه ha riportato: nella Notte di Al-Isra (la Notte dell’Ascensione) furono offerti due recipienti al Profeta صلى الله عليه وسلم; uno pieno di vino e l’altro pieno di latte. Egli li guardò. Poi prese il recipiente pieno di latte. A quel punto Jibril disse, “الحمد لله (lode ad Allah) Che ti ha guidato a ciò che è in accordo con la Fitrah (cioè il puro monoteismo islamico; la natura pura dell’Islam). Se avessi scelto il vino, la tua gente avrebbe deviato”. [Muslim]

1394. Abu Hurairah رضي الله عنه ha riportato: il Messaggero di Allah صلى الله عليه وسلم ha detto, “qualsiasi questione importante che non è iniziata con الحمد لله (lode ad Allah) rimane imperfetta”. [Abu Dawud]

1395. Abu Musa Al-Ash’ari رضي الله عنه ha riportato: il Messaggero di Allah (صلى الله عليه وسلم ha detto, “Quando il bambino di un servo muore, Allah تعالى chiede ai Suoi angeli, ‘avete preso la vita del bambino del Mio servo?’ Essi rispondono in affermativo. A quel punto Egli chiede, ‘Cosa ha detto il Mio servo?’ Essi dicono: ‘Ti ha lodato e ha detto, إنا لله وإنا إليه راجعون (apparteniamo ad Allah e a Lui facciamo ritorno)’. Allah dice: ‘Costruite una casa per il Mio servo in Paradiso e chiamatela Bait-ul-Hamd (la Casa della Lode)”. [At-Tirmidhi]

1396. Anas bin Malik رضي الله عنه ha riportato: il Messaggero di Allah صلى الله عليه وسلم ha detto, “Allah è lieto del Suo servo che dice الحمد لله (lode ad Allah) quando prende un boccone di cibo o beve un sorso d’acqua”. [Muslim]

Traduzione a cura di alghurabaa.net