Citare i peccati commessi nel passato allo scopo di da’wah

L’interrogante:

Nel nostro Paese, l’America, ci sono alcune persone che in passato erano cantanti ed ora sono diventati musulmani. Queste persone hanno iniziato a dare lezioni, allo scopo di invitare i giovani all’Islam e abbandonare la miscredenza, ma a volte essi (gli ex cantanti), nelle loro lezioni, citano alcuni peccati che commettevano nel passato, questo è corretto?

Shaikh Salih al-Fawzan حفظه الله:

Questo non è corretto. Quanto al fatto di fare da’wah e invitare le persone all’Islam, questo è un bene. Ma citare i loro peccati del passato non è adatto. Ciò che è corretto è che essi chiedino perdono [ad Allah} e la finiscano di citare quei peccati se non con sé stessi. Ricordano i loro peccati dentro di sé, allo scopo di pentirsi e chiedere il perdono. Inoltre, citare i propri peccati passati a un pubblico, potrebbe condurre gli ascoltatori a commettere gli stessi peccati.

Fonte
Traduzione a cura di alghurabaa.net

Annunci