dawah

Invitare prima alle buone maniere?

Domanda:

Questo modo di fare da’wah (propagare l’Islam) è corretto: una persona inizia invitando le persone alle buone maniere prima di tutto? (altro…)

Annunci

Cominciando dal Tawhid

Shaikh Muhammad Nasir ud-Din Al-Albani (rahimahullah) ha detto:

Noè (alayhi salam) restò con la sua gente per 950 anni; impiegò il suo tempo chiamando (la gente) al Tawhid. Quindi è doveroso per noi cominciare con ciò con cui il Profeta (sallaAllahu ‘alayhi wa sallam) incominciò, ovvero prima di tutto rettificare quello che è stato corrotto della ‘aqidah (credo) dei musulmani.

Al-Tawhid Awwalan ya Du’at al-Islam, pag. 5
Traduzione a cura di alghurabaa.net

Non fate allontanare le persone dall’Islam per la vostra durezza e ignoranza

p1

Dalle fatawa di Shaikh Ibn Baz (rahimahullah) – www.alifta.net

Terzo: tra i requisiti necessari per un da’i (colui che invita all’Islam) è che egli dovrebbe avere pazienza, gentilezza e dolcezza con un’attitudine tollerante come erano i Profeti (pace su di loro).
Un da’i non deve essere frettoloso, violento, o eccessivamente rigido. Piuttosto, deve essere paziente, tollerante e gentile, mentre pratica la da’wah. A tal fine, abbiamo citato alcune prove in precedenza. Ad esempio, Allah (Gloria a Lui l’Altissimo) dice:

“Chiama (il genere umano, o Muhammad صلى الله عليه و سلم) al sentiero del tuo Signore con la saggezza e la buona parola e discuti con loro nella maniera migliore” [Sura Al-Nahl, 16: 125]. (altro…)

Non fatevi ingannare

predicatori-sviamento

Shaykh Saleh Al Fawzan حفظه الله ha detto:

« I predicatori dello sviamento nella nostra epoca sono più numerosi dei predicatori della retta. Dunque non bisogna farsi ingannare da loro ».

[ Sharh Usul Al- Iman, 41 ]

Traduzione a cura di www.alghurabaa.net

Può essere un da’i se ha poca conoscenza (islamica)?

masjid

Shaikh Zayd al-Madkhali  رحمه الله

La domanda: l’interrogante dice, “la sua conoscenza è poca e spera di essere un da’i (colui che invita ad Allah) ma ha il timore di commettere errori. Cosa dovrebbe fare?”.  (altro…)