La morte dei cuori di cui non ci preoccupiamo

In questo anno 1441 Hijri [abbiamo avuto] incendi, tempeste, cavallette, malattie mortali, cicloni, varie calamità oltre che tortura, esilio e sangue che non smette [di scorrere], affinché tornassimo [da Allah] e ci pentissimo.

Invece noi reagiamo come se nulla fosse!

La morte dei cuori di cui non ci preoccupiamo è molto più grave della morte delle anime che (invece) temiamo. Ritornate ad Allah prima della scadenza del tempo!

Shaikh ‘Ali ar-Ramli حفظه الله
14/03/2020
t.me/alramly
Traduzione a cura di alghurabaa.net