Prenditi cura del tuo cuore

Sahl bin ‘Abdillah رحمه الله disse: “E’ haram che nel cuore entri la luce mentre in esso vi è qualcosa che ad Allah عز و جل non piace”.

La fonte di questo, nel Corano, è la dichiarazione di Allah تعالى: “Presto allontanerò dai segni Miei, coloro che sono orgogliosi sulla terra senza diritto…” [7: 146]

Sufyan Ibn ‘Uyaynah disse, nel tafsir di questo versetto, “Io (Allah) li priverò della comprensione del Corano.” e Muhammad Ibn Yusuf al-Firyabi disse, “Priverò i loro cuori della capacità di riflettere sul Corano”, questa è la fine della sua dichiarazione. Essi, collettivamente, hanno allontanato i loro cuori dalla comprensione del Nobile Corano, a causa dell’arroganza e testardaggine. Pertanto furono puniti in base ai loro peccati e questo è citato da Abu al-Fida Ibn Kathir رحمه الله nel suo Tafsir.

Quando quelle persone avevano i loro cuori colmi di arroganza, Allah ha punito i loro cuori con una punizione tremenda che è l’ignoranza. E questo per via dell’arroganza presente nei loro cuori.

Chi permette a queste cose dannose di entrare nel suo cuore, come la gelosia, l’invidia, la falsità, l’arroganza, la cattiveria e il risentimento, Allah عز و جل lo allontanerà dal Suo Libro. Ed essere allontanato dal Suo Libro, non significa che non sarà in grado di memorizzare il Nobile Corano, e questo argomento è così come citato da Ibn al-Hajj al-Maliki nel suo libro “Al-Madkhal”, cioè che vediamo tante persone arroganti che memorizzano il Corano. Tuttavia, ciò che si intende è che i loro cuori sono allontanati dal beneficio che si trae dal Corano, non lo comprendono e non lo mettono in pratica. E questo rinforza ciò che vi ho citato in precedenza, cioè che la conoscenza (el-‘ilm) non si ottiene con la forza che è apparente ma si ottiene con la forza che è nascosta. La forza più importante è la purezza del cuore del servo [di Allah].

Se il cuore è puro, [privo] di queste caratteristiche, la principale delle quali è l’arroganza, Allah gli aprirà una porta di comprensione, una porta che Egli non apre per gli altri. Ma se il cuore del servo contiene alcune tra queste caratteristiche negative, Allah عز و جل gli impedirà la luce che apre il suo cuore e che gli dà una vita stabile. Spetta al ricercatore di conoscenza di preoccuparsi che Allah عز و جل illumini il suo cuore con le realtà della conoscenza (el-‘ilm) che emerge dalla sua comprensione della Parola di Allah e la parola del Suo Messaggero صلى الله عليه وسلم.

La comprensione del significato apparente della Parola di Allah e del Suo Messaggero صلى الله عليه وسلم, non è ciò che si intende qui. Piuttosto, ciò che si intende è che il cuore trova, in esse, piacere e dolcezza. Se la gente dell’infatuazione trova piacere e dolcezza nell’ascoltare le parole di coloro dei quali sono infatuati tra la creazione, oppure se la gente trova piacere nelle parole dei poeti, docenti o autori, allora invero coloro che sono occupati con il Libro di Allah e le parole del Profeta صلى الله عليه وسلم, se i loro cuori sono puri, troveranno la dolcezza e la luce che non sono comparabili a nessuna dolcezza di questo mondo.

Invero, una persona può essere felice di avere conoscenza (el-‘ilm) solo in un caso: se essa (la conoscenza) lo avvicina ad Allah. E la questione della conoscenza, non è per aiutarti ad ottenere uno stato in questo mondo, o un certificato o una sedia sulla quale sederti. Piuttosto, è per farti avvicinare ad Allah. Invero, la conoscenza ti farà avvicinare ad Allah solo se il tuo cuore è pio. E la dimostrazione di questo è che lo purifichi da queste impurità, perché se [una di queste impurità] si deposita nel cuore, sarai privato della conoscenza. Quante persone vediamo partecipare agli incontri di scienza, alle sue riunioni e allo studio di libri, ma in realtà egli non è contento con la luce della conoscenza, perché egli possiede una porzione della dichiarazione di Allah, “Presto allontanerò dai segni Miei, coloro che sono orgogliosi sulla terra senza diritto…”.

Coloro che, quando ascoltano questo verso, hanno i cuori colmi della certezza di Allah e dei Suoi comandi, essi temono di essere tra coloro che possiedono i cuori che saranno allontanati dalla comprensione della Parola di Allah عز و جل. Spetta al ricercatore di conoscenza, sentirsi triste per aver perso l’apprendimento della scienza, non perché è mancato ad un incontro o una lezione di scienza. Piuttosto, la cosa più grande, della quale deve preoccuparsi, è la scoperta della corruzione del suo cuore che non ha ancora purificato.

Spetta al ricercatore di conoscenza, cercare di pulire il suo cuore e prendersene cura. Dato che potrebbe essere la cosa più utile per lui nell’acquisizione della scienza. Ed è per questo che questi venti principi iniziano riferendosi alla purificazione del recipiente della scienza (il cuore), perché se il recipiente della scienza è purificato, esso diventerà un luogo adatto per la scienza [islamica]. Se questo recipiente diventa impuro, l’impurità potrebbe competere con la scienza o potrebbe corromperlo completamente fino a quando la scienza lascerà completamente il cuore del servo [di Allah]. Quante volte vediamo persone che facevano del loro meglio ricercando la conoscenza e oggi sono diventati qualcuno che si è allontanato da essa?. Invero Allah عز و جل è Al-Akram (il Più Generoso) tra tutti i generosi e ar-Rahman (il Più Misericordioso) tra tutti i misericordiosi. Invero Allah non allontana un servo che si è rivolto a Lui. Ma in realtà, egli si è rivolto ad Allah nelle sue azioni e in apparenza ma nel suo cuore è in uno stato diverso. Ricerca la conoscenza per vantarsi o impressionare o solo per accrescere [in conoscenza] o per socialità nei confronti di qualcuno tra la creazione con cui è cresciuto e che lo ha indirizzato agli incontri di scienza. Quanto a colui che si sforza nella ricerca della conoscenza per il piacere di Allah عز و جل، egli non sarà mai così.

Invero, colui che si rivolge ad Allah, sarà accettato da Allah. Colui che chiede ad Allah, Egli gli darà. Colui che spera in Allah e Gli chiede, Allah lo onorerà. Quindi, non bisogna occuparsi delle azioni apparenti come partecipare agli incontri di scienza, di memorizzazione e così via. Sì, queste cose aiutano ma la cosa che aiuta maggiormente è la relazione tra te ed Allah سبحانه وتعالى.

Chiediamo ad Allah سبحانه وتعالى di darci la luce e la conoscenza della Sua religione e che ci renda tra i Suoi servi dei quali Egli ha misericordia.

Shaikh Salih al-‘Usaymi حفظه الله
Fonte
Traduzione a cura di alghurabaa.net