scienza islamica

Dare il mondo per la scienza islamica

E’ riportato che l’Imam Al-Hasan Al-Basri رحمه الله disse:

“Imparare un singolo argomento di scienza [islamica] e insegnarlo ad un musulmano, mi è più caro dell’avere il mondo intero e darlo nella causa di Allah.”

Al-Khatib Al-Baghdadi, Al-Faqih wa Al-Mutafaqqih articolo 53.
Traduzione a cura di alghurabaa.net

Il modo migliore per il credente di trascorrere il suo tempo

Il modo migliore per il credente di trascorrere il suo tempo, dopo l’esecuzione degli atti obbligatori, è [attraverso] la ricerca della conoscenza (taleb el-‘ilm). Invero, la ricerca della conoscenza è tra i modi migliori per avvicinarsi ad Allah عز وجل. Quindi, per il servo [di Allah], l’incremento della conoscenza è meglio dell’incremento degli atti di adorazione (‘ibadat), quando sono in conflitto tra di loro. E’ stabilito, secondo il Profeta صلى الله عليه وسلم che ha detto:

(altro…)

[7] Imparate a mettere in pratica la scienza

Il settimo argomento è la pratica della scienza [islamica].

Jabir Ibn ‘Abdillah رضي الله عنهما disse: “Imparate a mettere in pratica la scienza” Raccolto da Bayhaqi in Shu’ab al-Iman. E Yusuf Ibn Asbad disse: “Imparate a distinguere l’azione buona da quella malvagia.” Raccolto da Abu Nu’aym al-Asbahani in Hilyatul Awliya.

(altro…)

Le buone maniere del ricercatore di conoscenza

Il ricercatore di conoscenza deve mettere in pratica la sua conoscenza [islamica], nel credo e nell’adorazione. Allo stesso modo, deve mettere in pratica la sua conoscenza nel suo carattere e nel modo in cui interagisce con gli altri. Molte persone hanno devozione: sono costanti, pregano, digiunano e danno sadaqah (carità), tuttavia mancano di buone maniere. E tra le azioni più considerevoli è che la persona abbia buone maniere.

(altro…)

Prenditi cura del tuo cuore

Sahl bin ‘Abdillah رحمه الله disse: “E’ haram che nel cuore entri la luce mentre in esso vi è qualcosa che ad Allah عز و جل non piace”.

La fonte di questo, nel Corano, è la dichiarazione di Allah تعالى: “Presto allontanerò dai segni Miei, coloro che sono orgogliosi sulla terra senza diritto…” [7: 146]

(altro…)