docenti

I diritti dei sapienti e degli insegnanti

ti1

Imam Sa’di (rahimahullah) ha dichiarato:

Essi [vale a dire (i) sapienti e insegnanti giusti] sono i mediatori tra il Messaggero (Sallal-lahu-alayhi-wa-sallam) e la sua Ummah per quanto riguarda la propagazione della sua religione e la chiarificazione della sua Shari’ah. Se non fosse stato per questi, le persone sarebbero state come bestiame. I loro diritti sono superiori ai diritti dei padri e delle madri; in verità, essi alimentano le anime e i cuori degli schiavi sulle scienze benefiche e la buona conoscenza. Sono quelli che guidano la Ummah negli affari fondamentali e sussidiari della loro religione. Li riportano alle regole relative ai diritti e ai rapporti che incombono su di una persona, così come li riportano agli affari relativi alle questioni di culto. Il Libro e la Sunnah sono stabiliti attraverso di loro; la verità è resa chiara dal falso, la guida dalla deviazione, il lecito dall’illecito, il buono dal male, e la rettifica dalla corruzione. (altro…)

Annunci