Non vi è povertà dopo il Paradiso e ricchezza dopo il Fuoco

11

È riportato che una volta fu chiesto un consiglio e un’istruzione a Jundub b. ‘Abdillah Al-Bajalî – radhiAllahu ‘anhu – egli disse: 

Vi consiglio di temere Allah e di obbedirGli (Taqwa) e vi consiglio di aderire al Corano, perché è una luce nella notte oscura e una guida durante il giorno, quindi implementatelo, non importano le difficoltà e la povertà che affronterete. Se accade una disgrazia, ponete davanti a voi la vostra ricchezza per proteggere la vostra religione, e se la calamità continua, ponetevi la vostra ricchezza e la vostra vita per salvare la vostra religione [ma mai rischiare la vostra religione], perchè la rovina è di colui la cui religione è rovinata, e il saccheggio è per colui la cui religione è presa. E sappiate che non vi è povertà dopo il Paradiso e ricchezza dopo il Fuoco.

Al-Dhahabi, Siyar A’lâm Al-Nubalâ’ 3:174
Traduzione a cura di www.alghurabaa.net

Annunci