Il du’a (supplica) è la chiave per la purificazione delle anime

Shaikh Abdur-Razzaq al-Badr حفظه الله:

Il secondo principio è “Il du’a (supplica) è la chiave per la purificazione delle anime”.

E’ stato autenticamente riportato in un hadith, dal nostro Profeta صلى الله عليه وسلم che disse, “Non c’è nulla di più nobile per Allah della supplica (du’a)”. La supplica è la chiave di tutto il bene in questa vita e nell’Aldilà. Essa ha un effetto tremendo sull’apertura delle porte e delle vie del bene. Per questo, Shaikh al-Islam Ibn Taymiyyah رحمه الله disse, nel suo consiglio ad Abi al-Qasim al-Mughrabi, “la supplica è la chiave di tutto il bene”.

La supplica (du’a) è la chiave di tutto il bene che un individuo spera di ottenere. Per questo, chiunque voglia purificare la propria anima, che si rivolga ad Allah سبحانه وتعالى in du’a e che aumenti i suoi du’a verso Allah, in particolare il du’a che riguarda la purificazione dell’anima, citato nel Sahih Muslim, nel quale il Profeta صلى الله عليه وسلم supplicava dicendo, “O Allah, concedi alla mia anima la sua taqwa, la sua purificazione. Tu sei il migliore di coloro che la purificano. Tu sei il suo Protettore e Padrone.” E tra le suppliche che egli صلى الله عليه وسلم diceva di più, vi era, “O Tu che capovolgi i cuori, mantieni il mio cuore ben saldo alla Tua religione”.

E la cosa che più ti aiuterà nell’essere diligente nel du’a verso Allah riguardo la purificazione della tua anima, è avere la certezza che la purificazione della tua anima è nelle Mani di Allah. Ed Allah عز و جل è Colui che purifica chiunque Lui voglia. Come detto da Allah سبحانه وتعالى, “È Allah che purifica chi vuole Lui” (4: 49) e come detto da Allah سبحانه وتعالى, “Se non fosse per la grazia di Allah nei vostri confronti e la Sua misericordia, nessuno di voi sarebbe mai puro, ma Allah rende puro chi vuole Lui. Allah è Audiente, Sapiente.” (24: 21). E come detto da Allah سبحانه وتعالى, “ma Allah vi ha fatto amare la fede e l’ha resa bella ai vostri cuori, così come vi ha fatto detestare la miscredenza, la malvagità e la disobbedienza. Essi sono i ben diretti; [questa] è la grazia di Allah e il Suo favore. Allah è Sapiente, Saggio.” (49: 7-8)

Fonte
Traduzione a cura di alghurabaa.net