La punizione della tomba include il mu’min disobbediente o è specifico per il Kafir?

 

imagesBOX3GB6A

 

Autore: Shaykh Muhammad ibn Salih al-‘Uthaymin رحمه الله:
Fonte: Majmu’ Fatawa wa Rasa’il – Volume Due, Numero 154

 

Domanda: la punizione della tomba include il mu’min (credente) disobbediente o è specifico per il kafir (miscredente)?

Risposta: La punizione incessante della tomba è per il munafiq (ipocrita) e per il kafir (miscredente).

Per quanto riguarda il mu’min disobbediente, allora egli può essere punito nella tomba perché è stabilito nei Sahihain (i due Sahih) dal hadith di Ibn ‘Abbas (رضى الله عنهما) che il Profeta (صلى الله عليه وسلم ) passando per due tombe ha detto: “Loro (i loro occupanti) sono tormentati, ma non sono tormentati per un peccato grave. Uno di loro non si preoccupava di non sporcarsi con l’urina e l’altro raccontava storie (namimah) “. [1]

Ed è ben noto che essi (gli occupanti delle tombe) fossero musulmani.

[1] Riportato in Sahih Bukhari e Muslim. Narrato Ibn ‘Abbas: Una volta, il Profeta, passando tra due tombe disse: “Queste due persone sono torturate non per un peccato grave (da evitare). Uno di loro non ha mai evitato di sporcarsi di urina, mentre l’altro aveva l’abitudine di andare in giro a calunniare (creare inimicizia tra amici). “Il Profeta poi prese una foglia verde da un albero di palma da datteri, la divise (in pezzi) e la posò su ogni tomba. Dissero, “O apostolo di Allah! Perché hai fatto così? ” Egli rispose,” Spero che la loro punizione sia ridotta fino a quando questi (i pezzi di foglia) si saranno seccati. ”

Traduzione a cura di alghurabaa.net

Annunci