Il modo migliore per il credente di trascorrere il suo tempo

Nobili fratelli, dopo l’esecuzione degli atti obbligatori, il modo migliore per il credente di trascorrere il suo tempo è attraverso la ricerca della conoscenza (taleb el-‘ilm). Invero, la ricerca della conoscenza è tra i modi migliori per avvicinarsi ad Allah عز وجل. Quindi, per il servo [di Allah], l’incremento della conoscenza è meglio dell’incremento degli atti di adorazione (‘ibadat), quando sono in conflitto tra di loro. E’ stabilito, secondo il Profeta صلى الله عليه وسلم che ha detto:

“la virtù della conoscenza è meglio della virtù dell’adorazione”.

Significa che l’incremento della conoscenza è meglio dell’incremento degli atti di adorazione. Per questo, un gruppo di Studiosi è dell’opinione che il miglior atto supererogatorio, dopo gli atti obbligatori, sia la ricerca della conoscenza. La ricerca della conoscenza rimuove l’ignoranza. E la conoscenza è l’albero di tutto il bene, così come l’ignoranza è l’albero di tutto il male. Quindi non c’è un beneficio che entri negli affari della religione e della vita terrena dei servi che non sia basato sulla conoscenza. E non vi è un male che entri negli affari della religione e della vita terrena dei servi, che non provenga dagli effetti e i risultati dell’ignoranza. La conoscenza comporta benefici incredibili e nobili posizioni. E’ un’elevazione per colui che la possiede, se aderisce a ciò che Allah عز وجل ha legiferato. Allah عز وجل dice:

“Allah innalzerà il livello di coloro che credono e che hanno ricevuto la scienza.” [Surah al-Mujadala: 11]

Ed in essa vi sono nobili benefici se l’individuo si avvicina ad essa in un modo che Allah عز وجل ha legiferato. E in riferimento a questo, non vi è che la dichiarazione del Profeta صلى الله عليه وسلم: “chiunque vada in moschea al mattino se non per acquisire il bene o insegnarlo, riceverà la ricompensa di una persona che ha completato il Hajj”. Se ci fosse solo questo hadith, allora questo sarebbe un incoraggiamento più che sufficiente per ricercare la conoscenza continuamente e per il musulmano di far parte dei ricercatori di conoscenza, imparando e insegnando. In una riunione di scienza, se il servo è sincero nei confronti del suo Signore, e vi si è recato con la sola intenzione di imparare il bene e acquisire la conoscenza benefica oppure per insegnarla, Allah gli appunterà la ricompensa di colui che ha completato il Hajj. E non c’è una ricompensa per un Hajj accettato se non il Paradiso! Ed ogni volta che il servo aumenta in questo, le sue ricompense aumentano. In base a tutto questo, il compenso della conoscenza ed il suo raggiungimento fanno parte delle questioni alle quali la Ummah dovrebbe dare grande importanza.

La speranza del bene per la Ummah di Muhammad صلى الله عليه وسلم rimarrà finché vedrete la conoscenza manifestata e diffusa e vedrete, da questa Ummah, coloro che si dedicano alla ricerca della conoscenza.

Shaikh Sulayman ar-Ruhayli حفظه الله
Fonte
Traduzione a cura di alghurabaa.net