taleb al ilm

O gente! Dedicatevi alla conoscenza benefica!

Te lo chiedo per Allah e prima di questo non dico che sia haram per te leggere i giornali ma ti chiedo per Allah: cosa è meglio? Che leggi il giornale dall’inizio alla fine o che memorizzi una pagina del Corano?

(altro…)

Il modo migliore per il credente di trascorrere il suo tempo

Il modo migliore per il credente di trascorrere il suo tempo, dopo l’esecuzione degli atti obbligatori, è [attraverso] la ricerca della conoscenza (taleb el-‘ilm). Invero, la ricerca della conoscenza è tra i modi migliori per avvicinarsi ad Allah عز وجل. Quindi, per il servo [di Allah], l’incremento della conoscenza è meglio dell’incremento degli atti di adorazione (‘ibadat), quando sono in conflitto tra di loro. E’ stabilito, secondo il Profeta صلى الله عليه وسلم che ha detto:

(altro…)

Un comportamento che allontana il cuore da Allah

Ti accorgerai che qualcuno tra la gente della massa, per il suo credo (‘aqidah) e per la sua sincerità (ikhlas), può essere migliore di molti studenti di conoscenza che si preoccupano esclusivamente di pesare i pro e i contro nelle parole della gente, degli “hanno detto”, di chiedere “che ne pensi del tale?”, “che mi dici a proposito di questo libro?” oppure “[che mi dici] riguardo a ciò che il tale ha scritto”.
E’ questo comportamento che porta il servo alla perdizione e che allontana il suo cuore da Allah: il fatto che la sua sola preoccupazione si riassuma in “hanno detto”.

Kitab l-‘ilm
Shaikh l-‘Uthaymin رحمه الله
Traduzione a cura di alghurabaa.net

Fuggi dal disputatore riprovevole come se fuggissi da un leone

O taleb el ‘ilm (ricercatore di conoscenza)! Allo stesso modo, è obbligatorio che abbandoni il dibattito e la discussione [riprovevole], perché in realtà il dibattito e la discussione [riprovevole] sono un mezzo per tagliar fuori la via [che condurrà] a ciò che è corretto.

(altro…)

Non lasciare la recitazione del Corano

Al-Hafidh ad-Diya’ ha detto riguardo a Ibrahim Ibn ‘Abdul-Wahid al-Maqdisi:

“Ai tempi del mio viaggio (per la ricerca della conoscenza), egli mi suggerì: ‘Incrementa la recitazione del Corano e non lasciarla!. Poiché in verità, qualunque cosa tu cerchi, ti sarà facilitata in proporzione a ciò che reciti.’(altro…)