La sentenza sul vendere cibo nel paese dei non musulmani durante il giorno di Ramadan

pic11

La domanda:

Lavoro come commesso in un fast food in un paese non musulmano, è permesso per me vendere questi cibi durante i giorni di Ramadan dopo la preghiera del ‘Asr sapendo che tra i clienti vi sono musulmani e non musulmani? Possa Allah ricompensarvi con il bene.

La risposta:

Ogni lode spetta ad Allah, il Signore dei mondi. Che la pace e le benedizioni siano su colui che Allah ha mandato come misericordia per i mondi, sulla sua Famiglia, i suoi Compagni e i suoi Fratelli fino al Giorno della Resurrezione.
Non è permesso aiutare coloro che sono obbligati a digiunare durante il mese di Ramadan – cioé i musulmani di nascita oppure i non musulmani che hanno realizzato la condizione del Islam – a trasgredire il Ramadan mangiand , perché questo rappresenta un aiuto reciproco nel peccato e nella tragressione per il detto di Allah – l’Altissimo: 

وَتَعَاوَنُوا عَلَى الْبِرِّ وَالتَّقْوَى وَلاَ تَعَاوَنُوا عَلَى الإِثْمِ وَالْعُدْوَانِ] المائدة: 2]

Senso del versetto : “Aiutatevi l’un l’altro in carità e pietà e non sostenetevi nel peccato e nella trasgressione” [Al-Mâ’ida / la tavola imbandita, V.2]
Questo perché, dal punto di vista della punizione imposta, è richiesto ai non musulmani, in base al parere più giusto, di compiere i rami della Shari’a ]cioé eseguire i precetti dell’islam[ se essi muioiono sulla miscredenza e questo vale anche per il digiuno [cioé saranno puniti per averli abbandonati], invece durante la loro miscredenza i rami della shari’a non sono richiesti da loro ] essi non sono obbligati a compierli [ se non dopo aver realizzato la condizione dell’Islam.
Ed è possibile consultare l’altra fatwa che riguarda questo stesso argomento intitolata “Riguardo la sentenza sul dar da mangiare al miscredente durante il giorno di Ramadan”.

La conoscenza perfetta appartiene ad Allah عزّ وجلّ La nostra ultima preghiera e le lodi sono per Allah, il Signore dei mondi. Che la pace e le benedizioni siano sul nostro Profeta, la sua Famiglia, i suoi Compagni e Fratelli fino al Giorno della Resurrezione.

Shaikh Muhammad ‘Ali Ferkous
Algeri, 13 Ramadan, 1428 H
Corrispondente al: 25 Settembre, 2007 G

Traduzione a cura di www.alghurabaa.net
Pubblicazione autorizzata dall’amministrazione di www.ferkous.com

Annunci