La durata [di tempo] durante la quale il viaggiatore può accorciare la preghiera

La domanda:

Qual è il modo di eseguire la Salah (preghiera) per un viaggiatore e qual è il principio che si applica durante un viaggio e quando ci si ferma (durante il suo viaggio)? Che Allah vi benedica.

La risposta:

Ogni lode spetta ad Allah, il Signore dei mondi. Che la pace e la benedizione siano su colui che Allah ha inviato come misericordia per i mondi, sulla sua Famiglia, i suoi Compagni e i suoi Fratelli fino al Giorno della Resurrezione.

Il viaggiatore, che non intende dimorare definitivamente nel luogo in cui si reca e non sa quando tornerà nel luogo in cui risiede, può accorciare la preghiera, anche se rimane per un tempo superiore alla durata dell’accorciamento della preghiera (secondo gli ‘Ulema che lo hanno limitato), anche se rimane molti anni. Questa è l’ opinione più corretta dei Sapienti. È l’opinione di Ishaq Ibn Rhawayh. Si riporta anche che sia l’opinione di Ibn ‘Umar, Anas e altri (1), poiché il fatto di risiedere non significa che non si è più un viaggiatore, che la durata sia lunga o breve, dato che non si stabilisce in modo permanente. Questa è l’opinione di Ibn Al-Qayyim رحمه الله. Ibn Al-Mundhir ha detto: “I Sapienti hanno convenuto che un viaggiatore può abbreviare la sua preghiera purché non intenda risiedere in modo permanente, anche se rimane molti anni”. In realtà, non è menzionato nel Libro di Allah e nella Sunnah del Suo Profeta صلى الله عليه وسلم se non, il viaggiatore e il non-viaggiatore. Allah عز وجل ha detto:

يوم ظعنكم ويوم إقامتك

Il significato del verso:

“Quando vi spostate e quando posate il campo” [An-Nahl (Le Api): 80].

Inoltre, il residente è colui che fa del suo luogo di viaggio una residenza fissa con la propria casa dove intende rimanere e in cui è a suo agio; tale persona non ha il diritto di accorciare la preghiera. Quanto al residente che non rende il suo luogo di viaggio una residenza fissa e si trova in un luogo in cui non intende rimanere e dove non si sente stabile; è considerato un viaggiatore che accorcia la sua preghiera anche se risiede per diversi mesi in questo luogo, perché il Profeta صلى الله عليه وسلم non ha limitato lo stato di residenza a un tempo definito (né per tre giorni, né quattro, né dodici, né quindici).

Inoltre, alcuni testi riportati dai nostri Pii Predecessori consolidano questa opinione. Tra questi, il fatto che i musulmani risiedettero a Nahavand per sei mesi e abbreviarono la preghiera durante quel periodo, sebbene sapessero che i loro affari non sarebbero terminati in quattro giorni e nemmeno in più di quattro giorni. Inoltre, Ibn ‘Umar رضي الله عنهما soggiornò in Azerbaijan per sei mesi; furono bloccati dalla neve. Durante quel periodo, pregò due Rak’ah (due unità di preghiera) (2) (3). È noto che la neve non si scioglie in soli quattro giorni. È stato anche riferito da Abu Al-Minhâl Al-‘Anzi che ha detto: Ho detto a Ibn’Abbâs رضي الله عنهما: “Resto a Medina un anno intero senza viaggiare?” Ibn ‘Abbas ha risposto : ” Prega solo due Rak’ah ” (4). Si dice anche che Masrûq rimase ad As-Silsila per due anni e, durante quel periodo, accorciò la preghiera, e così facendo, intendeva seguire la Sunnah (5). Ci sono altre narrazioni che consolidano questa opinione sostenuta da tutte le prove.

La conoscenza perfetta appartiene ad Allah عزّ وجلّ. La nostra ultima preghiera e le lodi sono per Allah, il Signore dei mondi. Che la pace e le benedizioni siano sul nostro Profeta, la sua Famiglia, i suoi Compagni e Fratelli fino al Giorno della Resurrezione.

Shaikh Muhammad ‘Ali Ferkous

Algeri, 22 Rabi’ Al-Awwal, 1419 H
Corrispondente al: 7 luglio, 1999

(1) Vedi: “Al-Majmu” di An-Nawawi (4/365)
(2) Vedi: “Majmu’ Al-Fatawa” di Ibn Taymiyyah (24/18)
(3) Riportato da Al-Bayhaqi (3/152), Ahmad ha riportato un hadith simile ad esso, la sua catena di narrazione è Hassan (buona) (2 / 83-154), vedi: “Al-Irwâ” “(577)
(4) Riportato da ‘Abd Ar-Razzaq nel suo “Mussannaf “(2/209)
(5) Riportato da ‘Abd Ar-Razzaq nel suo “Mussannaf” (2/210) e Ibn Abi Shayba nel suo “Mussannaf” (2/353)

Traduzione a cura di alghurabaa.net
Pubblicazione autorizzata dall’amministrazione di www.ferkous.com

Annunci