Dar da Mangiare a colui che Digiuna

iftaar

Il Messaggero di Allaah (صلي الله عليه وسلم) ha detto: “Chi da cibo ad una persona che digiuna sarà premiato così come la persona che ha digiunato, senza alcuna riduzione nella [sua] ricompensa.” [Al-Tirmidhi, autenticato da Al-Albani.]

È stato spiegato che chi dà ad un Musulmano qualcosa [da mangiare] per rompere il suo digiuno, sarà premiato, come spiegato in questo hadith. “Rompere” è un termine generale e dare un dattero è considerato rottura. La Sunnah è quella di rompere il digiuno con i datteri, così come è stato riportato da Anas (radhiAllahu ‘anhu), che ha detto, “Il Messaggero di Allah (صلي الله عليه وسلم) aveva l’abitudine di rompere il suo Sawm (digiuno) prima di eseguire la preghiera di Maghreb con tre datteri freschi, se non c’erano datteri freschi, avrebbe mangiato tre datteri secchi, e se non c’erano datteri secchi avrebbe bevuto tre sorsi d’acqua. ” [Al-Tirmidhi] 

Suggerimento: Acquista una scatola [o scatole] di datteri, e dalla al Masjid, per amore Allah, così da offrirli ai fratelli nel momento della rottura del digiuno.

Anas (radhiAllahu ‘anhu) ha riferito: Il Profeta (صلي الله عليه وسلم) venne a visitare Sa’d bin ‘Ubadah (radhiAllahu ‘anhu) il quale gli offrì del pane e olio d’oliva. Il Profeta (صلي الله عليه وسلم) mangiò e disse: “Coloro che hanno digiunato hanno rotto il loro digiuno con te [questa è la traduzione letterale, ma il significato è: ‘possa Allah ricompensarti per aver dato del cibo (per rompere il digiuno) a coloro che hanno digiunato]; le persone pie hanno mangiato il tuo cibo e gli angeli hanno invocato le benedizioni su di te.” [Abu Dawud].

Shaikh Muhammad bin Salih Al-‘Uthaymin ha detto: “Coloro che hanno la possibilita’ dovrebbero sforzarsi di dar da mangiare a coloro che digiunano (quando è il momento di rompere il digiuno) nelle masajid e in altri luoghi. Questo perché chi da da mangiare ad una persona che digiuna, riceverà la stessa ricompensa (di colui che ha digiunato). Quindi, se una persona nutre i suoi fratelli che stanno digiunando, riceverà la loro stessa ricompensa. Pertanto, coloro ai quali Allah ha concesso ricchezza dovrebbero approfittare di questa opportunità per ottenere una grande ricompensa “. [Su’alan fis-Siyam, 48]

E’ stato chiesto riguardo all’organizzazione di banchetti, invito di persone, macellazione, dare la carne in carità ed altre iniziative che includono il cibo, Shaikh al-Fawzan ha risposto: Sì, l’offerta di cibo durante il Ramadan ha un extra virtù data la nobiltà del tempo e la necessità di cibo che hanno le persone che digiunano . Il Profeta (صلي الله عليه وسلم) ha detto: “Chi ciba una persona che digiuna ricevera’ la stessa ricompensa (della persona che ha digiunato)”, così la preparazione di cibi in questo mese, per i bisognosi è la migliore delle azioni, perché (la ricompensa nel dare) la carità nel mese di Ramadaan è moltiplicata più che negli altri mesi. [al Fatawa libni Fawzan – Kitab ad-Da’wah, Volume 1, Pag 153-154]

 

Traduzione a cura di AlGhurabaa.net

Annunci