Accusare i ricercatori di conoscenza e i Sapienti col pretesto di “al-Jarh wat-Ta’dil”

L’interrogante:

Molte persone, al giorno d’oggi, calunniano i Mashayikh, i Du’at e i Sapienti, con il pretesto di al-Jarh wat-Ta’dil; quindi, al-Jarh wat-Ta’dil ha delle condizioni?

Shaikh Salih bin Fawzan al-Fawzan حفظه الله:

Al-Jarh wat-Ta’dil (la critica e l’elogio) riguarda le Scienze del Hadith. Non si basa sulla maldicenza (al-Ghiba) e la calunnia (al-Namimah). Maldicenza e calunnia sono proibite e non sono al-Jarh wat-Ta’dil. Non è permesso calunniare le persone e calunniare i Sapienti, i ricercatori di conoscenza (tullab el ‘ilm) e le persone che fanno del bene. Anche se noti qualcosa in loro, non è permesso parlare di loro, in loro assenza. Questo è vietato! Questo è calunniare e parlar male. Se noti qualcosa in loro, ponilo di fronte a loro, oppure controlla la tua lingua e rimani in silenzio, alhamdulillah. Questo non fa parte di al-Jarh wat-Ta’dil. Questo è calunniare!

http://www.alfawzan.ws – Domanda 2858.
Traduzione a cura di alghurabaa.net

Annunci