ramadan

L’uso del miswak durante il digiuno

La domanda:

L’uso del miswak comporta la rottura digiuno?

La risposta:

No, non rompe il digiuno. Non c’è problema nell’usarlo e i pezzi del miswak non devono essere ingeriti.

Shaikh Muhammad Ibn Abdul-Wahab al-Wasabi رحمه الله
Fonte
Traduzione a cura di alghurabaa.net

Cosa mangiare a Suhur?

Ciò che è buono per te, al momento del Suhur (consumare il pasto prima dell’alba) è mangiare datteri oppure che siano parte del tuo Suhur. Perché il Profeta صلى الله عليه وسلم disse, “I datteri sono una benedizione per il Sahur del credente” Cioè ciò che consumi come Sahur.

(altro…)

Ramadan: un mese estremamente importante

Nel nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso. Tutte le lodi appartengono ad Allah, il Signore di tutto ciò che esiste. Che la pace e le benedizioni di Allah siano sul Messaggero di Allah, la sua famiglia e tutti i suoi Compagni.

Invero, il Profeta صلى الله عليه وسلم dava la buona notizia ai suoi Compagni, dell’arrivo del mese di Ramadan. E’ riportato nel hadith di Salman che il Profeta صلى الله عليه وسلم diede un sermone l’ultimo giorno del mese di Sha’ban. Egli disse:

(altro…)

La cosa migliore con la quale rompere il digiuno

Da Salman Ibn Amer al-Dabi رضى الله عنهما, che il Profeta صلى الله عليه وسلم disse:

“Quando uno di voi rompe il suo digiuno, che lo rompa con dei datteri. Se non trova i datteri, allora che rompa il suo digiuno con l’acqua, dato che è pura.” (Narrato dai cinque Sahahun, autenticato da Ibn Khuzaymah, Ibn Hibban e al-Hakim)

(altro…)

La preghiera è più importante del digiuno

Sta alla persona che digiuna preservare gli atti obbligatori prescritti da Allah, le cinque preghiere nei loro tempi stabiliti, in congregazione. Perché alcune persone dormono e dicono, “sto digiunando”, e il tempo per l’esecuzione delle preghiere passa e non prega, fino a quando si sveglia alla fine della giornata, fa il wudhu e prega; ma [la preghiera] non è accettata, perché il tempo per la sua esecuzione è passato, senza una scusa legiferata [dalla Sha’riah], dato che ha dormito intenzionalmente. (altro…)