salaf

Oh Ramadan avvicinati che i cuori sono malati

r1

E’ riportato che Mu’la b. Al-Fadl رحمه الله abbia detto:

Essi (i Salaf) avevano l’abitudine di supplicare Allah per sei mesi, chiedendoGli di farli arrivare al mese di Ramadan; ed essi supplicavano per sei mesi, che Allah accettasse [il loro digiuno ed altri atti di adorazione eseguiti durante il Ramadan]. Abul-Qasim Al-Asbahani, Al-Targhib wa Al-Tarhib, articolo 1761.

(altro…)

La parola ‘Salafi’ divide le persone? – Shaikh Al-Fawzan

fl1

La domanda:

L’interrogante chiede, ‘alcuni da’i (coloro che invitano all’Islam), che Allah li guidi, dicono che la parola Salafi divide le persone, quindi (dicono) non dire ‘sono Salafi’ ….

[Lo Shaikh interviene]

Sì, sì, la parola Salafi crea una divisione tra le persone, tra i Salafi e la gente della Bid’ah e la gente della deviazione. Alhamdulillah questa è una distinzione, per una persona che è sulla metodologia dei Salaf.

“E seguo la religione dei miei avi, Abramo, Isacco e Giacobbe. Non dobbiamo associare ad Allah alcunché “ [significato del verso 38, Surah n. 12]

(altro…)

La ‘aqidah (credo) è il fondamento della religione

11

La ‘aqidah (credo) è il fondamento della religione ed essa (la ‘aqidah) è cio che è contenuto nella testimonianza (shahadah) che nessuno ha il diritto di essere adorato eccetto Allah e che Muhammad è il Messaggero di Allah. Questo è il primo pilastro dell’Islam. [1]

Quindi è obbligatorio dare importanza ad essa (‘aqidah) e fare attenzione e prendersene cura e acquisire la conoscenza di essa e di qualsiasi cosa che la possa danneggiare, così che la persona possa avere una visione chiara ed avere un credo e una fede corretta.

Dato che se la religione di una persona è basata su un fondamento giusto e corretto allora essa (la religione) sarà giusta e vera – una religione che è accettata da Allah e se la sua religione è basata su una ‘aqidah incerta e disturbata oppure se la sua religione è basata su una ‘aqidah corrotta allora la sua religione non sara corretta e sarà senza un fondamento.

(altro…)

Ho viaggiato per vedere Malik e non per vedere l’elefante

el

Una volta Imam Malik stava trasmettendo gli ahadith del Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam in moschea, e c’era lì anche Yahya ibn Yahya al-Layth – il narratore del libro Muwatta di Imam Malik – e altri studenti.

Un uomo gridò ad alta voce: è arrivato un grande elefante a Medina! Gli abitanti di Medina non avevano mai visto un elefante, perché l’elefante non cresce in quei paesi, e gli studenti si precipitarono a vedere l’elefante, lasciando Malik! Tranne Yahya ibn Yahya al-Layth. (altro…)

Muhammad ibn Abdul Wahab è la causa delle fitan??

 

oldb

E’ stato chiesto al ‘Allamah Salih Al Fawzan, hafidhahullah :

Negli ultimi tempi, la dawa (invito all’Islam) di Muhammad ibn Abdul Wahhab è al centro di calunnie e di offese.
Anzi, nemmeno i libri salafiti come ad esempio ad-Durar as-Sunniyeh, sono stati risparmiati da queste calunnie, ad un punto tale che si dice che questi libri siano colpevoli di tutti i problemi, le fitan (disordini), gli attacchi terroristici e il takfir (dare del miscredente ad un musulmano).
Speriamo che sua eminenza chiarisca e rifiuti queste loro pretese.

Risposta:
Sì, io ve l’ho detto che ci saranno delle prove, fino al Giorno del Giudizio. Allah Azza wa Jall ha detto:

“Ad ogni profeta assegnammo un nemico scelto tra i malvagi…” [Al-Furqân:31] (altro…)