ibn qayyim

Ricordo sul comportamento

foto_primavera_7022

  • Allah è il Misericordioso e ama coloro che sono misericordiosi. Non ha misericordia se non dei misericordiosi tra i Suoi servi.
  • Egli è Colui che nasconde i peccati degli uomini; ama chi nasconde i peccati dei suoi simili.
  • Egli è Indulgente; ama chi si mostra indulgente nei confronti dei Suoi adoratori.
  • Egli è Perdonatore; ama chi perdona.
  • Egli è Benevolo; ama chi è benevolo con gli altri.
  • Egli odia le parola dure e rudi, arroganti e pretenziose.
  • Egli è Dolce e ama la dolcezza.
  • Egli è Giusto e ama la giustizia.
  • Accetta le scuse e ama coloro che accettano le scuse dei Suoi adoratori.
  • Ricompensa il Suo adoratore con le sue qualità; Egli si mostra Indulgente nei confronti di chi è indulgente.
  • Perdona a chi perdona, è Clemente nei confronti di colui che è clemente.
  • È Misericordioso con i misericordiosi tra le Sue creature.
  • È Benevolo nei confronti di chi è benevolo con esse; Generoso per chi si mostra generoso con esse; Utile per chi è loro utile.
  • Nasconde le debolezze di chi nasconde le loro debolezze.
  • Allontana dagli errori chi le allontana dagli errori.
  • Scopre i fatti intimi e vergognosi di chi cerca di scoprire i loro fatti intimi e vergognosi.
  • Disonora chi le disonora.
  • Chi si oppone ad Allah, Egli si oppone a lui.
  • Allah usa stratagemmi verso chi maligna nei Suoi confronti.
  • Svia chi cerca di ingannarLo.

(altro…)

Ibn al-Qayyim: La pazienza protegge la salute dei cuori e dei corpi

images0V6C1IT6

La dichiarazione di Ibn al-Qayyim Nella Medicina Profetica riguardo la pazienza.

La pazienza è la metà della fede; quest’ultima è una qualità composta di pazienza e gratitudine (Shukr). Come uno degli antenati (salaf) ha detto: La fede è due metà: una metà è pazienza e una metà è gratitudine. E l’Altissimo ha detto:

“Ecco dei segni per ogni [uomo] paziente e grato”[Surah Ibrahim: 5].  (altro…)

Augurare “buon Natale”

albero-natale

Shaikh Ibn ‘Uthaymin رحمه الله ha detto:

Augurare ai miscredenti “buon Natale” o far loro gli auguri per un’altra delle loro feste religiose è vietato all’unanimità.

[Majmu’ fatawa ash-shaikh al ‘Uthaymin 3/44]

Shaykh Ibn Qayyim رحمه الله ha detto:

Gli auguri presentati agli infedeli, per i loro atti di culto, sono proibiti all’unanimità. Si tratta, ad esempio, di congratularsi per le loro feste o per il loro digiuno dicendo “buone feste” o “gioiose feste” o altre espressioni simili. Se chi dice queste espressioni non cade egli stesso nella miscredenza, commette un atto vietato, così come se stesse facendo gli auguri a qualcuno che si prosterna davanti ad una croce. È anche più grave agli occhi di Allah e più detestabile del fatto di congratularsi con qualcuno per aver bevuto dell’alcool o ucciso una persona o avuto rapporti sessuali illeciti, ecc. Tuttavia sono molti coloro che mancano di rispetto alla religione comportandosi in questo modo, inconsapevoli della gravità delle loro azioni. Chiunque si congratula con una persona che compie un atto di disobbedienza, un’innovazione o un atto di miscredenza, si espone alla collera di Allah.

[Ibn Qayyim – Ahkam Ahl Ad-Dimma]

Traduzione a cura di alghurabaa.net

La Vita dell’Uomo

Disse Ibn al-Qayyim (rahimahullah) :

empty heart

“In verità, la vita dell’uomo è la vita del suo cuore e della sua anima. E non c’è vita nel suo cuore a meno che non ne conosca il Creatore, a meno che non nutra amore per Lui, adori Lui solo, si rivolga a Lui nel momento del bisogno e cerchi tranquillità nel ricordo di Lui. E chi perde questa vita ha perso ogni bene. Anche se provasse a sostituire (questa perdita) con tutto ciò che il mondo contiene. Perché, in verità, nemmeno il mondo tutto insieme sarebbe in grado di rimpiazzare questa vita. E in verità per ogni cosa che il servo perde, c’è un sostituto, ma chi perde Allah non troverà mai nulla con cui poterLo sostituire.”

Ad-Da’ wad-Dawa’, Fasl 49

Traduzione a cura di alghurabaa.net

Ibn al-Qayyim: Malattie, Cattive Abitudini alimentari e Cibi da scarso valore nutritivo

fibrefoods

Il grande studioso Ibn al-Qayyim ha dichiarato in (Zad al-Ma’ad 4/16):

“Le malattie sono di due tipi. Malattie materiali, che derivano da un aumento di materia [introdotta] in eccesso nel corpo fino al punto di danneggiare le sue funzioni naturali. E questo rappresenta la maggior parte delle malattie. Esse sono causate dal consumo di più cibo prima ancora che il cibo assunto in precedenza sia stato digerito; dal magiare in eccesso rispetto alla quantità necessaria per il corpo; dall’assunzione di cibo con scarso valore nutritivo, lento da digerire; e dall’eccessiva gratificazione in vari alimenti che sono complessi nella loro composizione. Quando un essere umano riempie il suo stomaco con questo cibo e diventa un’abitudine, [questi alimenti] causano varie malattie, alcune delle quali si manifestano lentamente, altre rapidamente. (altro…)