musulmano

Rifiutare di sposare un uomo che rade la sua barba

Domanda: questo interrogante [donna] dice, “qual è la sentenza sul mio rifiuto di sposare un uomo che rade la sua barba?” (altro…)

Annunci

Chiedere in sposa una donna non praticante piuttosto che una sorella che pratica la religione

La domanda:

Molti fratelli [musulmani] praticanti, nel momento in cui devono sposarsi, decidono di chiedere in sposa donne che non sono praticanti, con la pretesa di invitarle alla via giusta (la pratica relgiosa), non prendendo in considerazione le sorelle praticanti. Quindi, Shaikh, qual è il vostro consiglio riguardo a questo? Che Allah vi ricompensi.  (altro…)

Un Musulmano che entra in chiesa

Dedicated on December 31, 1897

Qual è la sentenza relativa ai Musulmani che entrano in una chiesa per seguire la preghiera o ascoltare una lezione?  (altro…)

Il musulmano non eredita dal miscredente

images16G93N3J

Domanda:

Una famiglia che era composta da un padre, una madre e i loro otto figli – quattro maschi e quattro femmine, tutti cristiani. Tre dei figli maschi e una femmina accettarono l’Islam e successivamente il loro padre morì, lasciando una grande eredità pari a circa diciotto milioni di riyal sauditi. I figli che hanno accettato l’Islam hanno diritto di ereditare dal padre che è morto da miscredente?  (altro…)

Fino a che punto un Musulmano può interessarsi alla politica?

flowers1

Se ciò che si intende per “politica” è la gestione dell’Ummah, allora la realtà è che la politica non è tra gli atti di un individuo del popolo dell’Ummah, ma piuttosto, è tra i doveri dello Stato Musulmano. Questo se l’obiettivo dietro la politica, come abbiamo detto prima, è l’amministrazione dell’Ummah e la gestione dei suoi interessi, al fine di rettificare ciò che (in essa) fa parte degli affari religiosi e mondani. Quindi, se questo è ciò che si intende per “politica”, allora è fard kifayah (un obbligo collettivo). Tuttavia, non è per coloro che non sono in controllo dello stato o della legge, né per coloro che non possono portare vantaggi né causare danni. (altro…)