Athar

I quattro occhi

È riportato che Khalid bin Ma’dan رحمه الله disse:

“Non c’è persona che non abbia quattro occhi: due nella sua testa, con i quali guarda le cose di questa vita terrena, e due nel suo cuore con i quali guarda le cose dell’Aldilà. Quindi, se Allah vuole il bene per il Suo servo, Egli apre gli occhi del suo cuore e così [il servo] percepisce ciò che gli è stato promesso nel mondo invisibile. Così è salvo dalla [punizione] invisibile attraverso [la ricompensa] invisibile per colui che obbedisce.”

Al-Dhahabi, Siyar A’lam Al-Nubala’ 4: 543
Traduzione a cura di alghurabaa.net

La cosa migliore dopo l’Iman e la cosa peggiore dopo il kufr

È stato riportato che una volta ‘Umar Ibn Al-Khattab رضي الله عنه si rivolse alla gente dicendo:

“Nessun uomo può avere qualcosa di meglio, dopo la fede (Iman), di una donna dal carattere pio, [che sia] amorevole e fertile. E nessun uomo può avere niente di peggio, dopo la miscredenza (kufr), di una donna dalla lingua tagliente e con un brutto carattere.”

Al-Hafidh Abul-Qasim Al-Asbahani, Al-Targhib wa Al-Tarhib, articolo 1528. È presente in altre raccolte con una leggera variazione delle parole.
Traduzione a cura di alghurabaa.net

Il consiglio di ‘Umar durante l’inverno

Sulayman Ibn ‘Amir ha narrato:

“Quando l’inverno arrivava, ‘Umar Ibn Al-Khattab رضي الله عنه scriveva premurosamente a tutti loro (i Compagni] per dare consiglio [dicendo]: ‘Invero, l’inverno è arrivato, ed è un nemico, quindi preparatevi [per esso] con lana, calzini di pelle e calzini. Usate la lana sotto gli abiti e sopra di essi, invero l’inverno è un nemico che entra velocemente eppure se ne va così lentamente’ “. (altro…)

Le donne maledette

Da ‘Abdullah Ibn Mas’ud رضي الله عنه che disse:

“Che Allah maledica le donne che si fanno i tatuaggi o che cercano di essere tatuate, quelle donne che rimuovono i peli del viso o cercano di rimuoverli e quelle donne che creano lo spazio tra i loro denti come forma di abbellimento; coloro che cercano di cambiare la creazione di Allah.”

(altro…)

Le azioni corrette e sincere

Al-Fudayl bin ‘Iyyad رحمه الله disse:

“Allah عز وجل accetta solo quelle azioni che sono corrette e sincere. Se l’azione è eseguita correttamente ma senza sincerità, [essa] non sarà accettata. E se è sincera ma incorretta, non sarà accettata.” Gli fu chiesto, “Abu ‘Ali! Qual è l’azione sincera e corretta?”. Egli rispose, “L’azione sincera è quella eseguita solo per Allah عز وجل (con ikhlas). E l’azione corretta è quella eseguita secondo la Sunnah (mutaba’a).”

Abu Nu’aym, Hilyah Al-Awliya’ Vol. 8 pag 95
Traduzione a cura di alghurabaa.net