UAZ

La ricompensa per le donne

Asma bint Yazid ibn al-Sakan disse al Profeta (sallallahu ‘alayhi wa sallam):

“Messaggero di Allah, parlo a nome di un gruppo di donne musulmane che condividono il mio pensiero. Allah ti ha inviato come Messaggero sia agli uomini che alle donne. Abbiamo creduto in te e ti abbiamo seguito. Ma noi, donne, siamo casalinghe e restiamo a casa, soddisfiamo i desideri degli uomini e diamo alla luce i loro figli. Gli uomini hanno il privilegio di partecipare alle preghiere del Venerdì e ai funerali, così come possono prendere parte nelle missioni di Jihad. Quando essi (gli uomini) vanno in [questo tipo di] missione, noi ci occupiamo delle loro proprietà e ci prendiamo cura dei loro figli. Abbiamo una parte della loro ricompensa per questo [quello che facciamo], Oh Messaggero di Allaah? (altro…)

Praticare Yoga

many yoga mats on the wood table in the garden

Domanda posta a Shaikh Abu ‘Umar Usamah Al-‘Utaybi:

Quale è il verdetto per colui che pratica lo yoga?

La risposta:

Se l’individuo non è a conoscenza [del suo divieto] bisogna informarlo. Se egli invece ha abbracciato il loro credo allora è pagano, in quanto gli esercizi di yoga non sono altro che un’orazione al sole. (altro…)

L’importanza di seguire la Sunnah

13

“Se una persona incontra Allah con l’equivalente della terra in peccati, ma incontra Allah quando è un seguace della Sunnah, sarà in Paradiso con i Profeti, i veritieri, i martiri ed i pii, e che ottima compagnia.”

Malik ibn Anas
[Dhum al-Kalam wa Ahlihi 5/76-77]

Traduzione a cura di alghurabaa.net

Leggere Surah Al-Kahf il venerdì

sk

Abu Sa’id al-Khudri (che Allah si compiaccia di lui) disse:

“Chiunque reciti Surah al-Kahf nella notte di Jumu’ah, avrà una luce che si estenderà da lui fino alla Ka’bah.”

(Narrato da al-Darimi #3407. Questo hadith è stato classificato come sahih da Shaikh al-Albani in Sahih al-Jami’, 6471)  (altro…)

La vera felicità

115

Al-Hasan Al-Basri disse:

“È meglio sopportare le difficoltà di breve durata seguite da una pace duratura che affrettarsi a vivere una pace di breve durata seguita da una difficoltà perpetua”

[Al-Hilyah, 2/134]

Traduzione a cura di alghurabaa.net