adab

I diritti dei sapienti e degli insegnanti

ti1

Imam Sa’di (rahimahullah) ha dichiarato:

Essi [vale a dire (i) sapienti e insegnanti giusti] sono i mediatori tra il Messaggero (Sallal-lahu-alayhi-wa-sallam) e la sua Ummah per quanto riguarda la propagazione della sua religione e la chiarificazione della sua Shari’ah. Se non fosse stato per questi, le persone sarebbero state come bestiame. I loro diritti sono superiori ai diritti dei padri e delle madri; in verità, essi alimentano le anime e i cuori degli schiavi sulle scienze benefiche e la buona conoscenza. Sono quelli che guidano la Ummah negli affari fondamentali e sussidiari della loro religione. Li riportano alle regole relative ai diritti e ai rapporti che incombono su di una persona, così come li riportano agli affari relativi alle questioni di culto. Il Libro e la Sunnah sono stabiliti attraverso di loro; la verità è resa chiara dal falso, la guida dalla deviazione, il lecito dall’illecito, il buono dal male, e la rettifica dalla corruzione. (altro…)

Shaikh al-Albani insegna al giovane Shaikh Abdur-Razzaq al-Badr a dare il Salam

palms

Shaikh Abdur-Razzaq al-Badr disse, “Poi menzionò il hadith mowquf di Abu Hurairah, radiAllahu ‘anhu, ‘Chi incontra suo fratello che gli dia il salam’, incontri uno dei tuoi fratelli per strada, gli dai il salam, e se state camminando insieme e una palma, un albero, un pilastro, una macchina o qualsiasi altra cosa passa tra voi due, quando vi incontrate [di nuovo] dopo questa breve separazione, gli dai il salam, e questa è una sunnah della quale molte persone sono incuranti, o perché non la conoscono oppure perché non danno molta importanza alla sua applicazione.

Così egli disse, “Chi incontra suo fratello che gli dia il salam, poi se un albero o un muro si frappone tra di loro e si incontrano [di nuovo] allora che gli dia il salam.”

Una prova di questo è la dichiarazione del Profeta sallaAllahu ‘alayhi wa sallam che disse, “Diffondete il salam tra di voi” cioè scambiatevi i salam tra di voi anche dopo una breve separazione, anche se eri separato da tuo fratello solo per un momento, un albero [ad esempio] tra voi due, o un pilastro, un palo, una macchina, un animale o qualsiasi altra cosa – allora dai il salam, diffondi il salam.  (altro…)

Rispetta il tuo insegnante 

book1

Ibn Taymiyah رحمه الله ha detto:

“È doveroso per lo studente che sappia il rispetto dovuto al suo insegnante e che lo ringrazi per la sua benevolenza verso di lui (verso lo studente), perchè colui che non ringrazia le persone, non ringrazia Allah azawajal; e che non gli neghi i suoi diritti e che gli riconosca il bene che ha fatto per lui”

Majmu’ al-Fatawa (28/13)

Traduzione a cura di www.alghurabaa.net

Il consiglio per chi ha genitori che commettono Shirk (politeismo)

doo

La domanda:

Alcuni fratelli musulmani hanno dei problemi con i propri genitori che commettono Shirk (politeismo) e non accettano il loro consiglio. Qual è il suo consiglio? Questi fratelli hanno avuto dei grossi problemi con i loro genitori.

La risposta:

Ogni lode spetta ad Allah, il Signore dei mondi. Che la pace e le benedizioni siano su colui che Allah ha mandato come misericordia per i mondi, sulla sua Famiglia, i suoi Compagni e i suoi Fratelli fino al Giorno della Resurrezione.

(altro…)

I segni della felicità e della meschinità

fl

Dai segni della felicità e della gioia vi è che ogni volta che il servo aumenta la sua conoscenza, (di conseguenza) aumenta la sua umiltà e la sua compassione. E ogni volta che aumenta gli atti di culto, aumenta il suo timore e la sua maturità. E ogni volta che aumenta la sua età, cala la sua avidità. E ogni volta che aumenta la sua ricchezza, aumenta la sua generosità e spende ancora di più. E ogni volta che aumenta il suo rango e la sua posizione, egli diventa ancora più vicino alle persone e soddisfa i loro bisogni ed è umile, modesto con loro.  (altro…)